Tag: figli

Ven

15

Giu

2012

Maledetta conta delle kcal!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Gola

Fin da quando sono piccola, mi è sempre stato insegnato di fare attenzione a cibo, o meglio alle kcal.

Io peso 47 kg e sono alta 1.62 e l'ossessione delle kcal mi uccide. Ho sempre fatto cosi ma ora che me ne rendo conto di più, forse questi gesti ripetitivi iniziano a pesare su di me. Io sono la classica persona che legge la tabella energetica al supermercato e lo faccio perchè mia madre ha sempre fatto cosi. Mi ha sempre fatto vedere le cose sotto l'aspetto non della bontà ma delle calorie.

Certo io mangio un mucchio di cose sane, vivo praticamente di frutta e verdura, nessuno snack ( ho mangiato i miei primi snack a scuola, me li portava una companga di classe, non li avevo mai visti prima) perchè non essendo abituata ad averli avuti da piccola ora non me li compro da adulta.

Cutture al vapore o alla griglia, patatine fritte solo nelle occasioni speciali... etc..

Fino a poco tempo fa, non mi accorgevo di questo, ma ora, mi pesa. Esempio : Dentro di me vorrei magari andare a prendere un gelato, ma qualcosa mi ferma. E quando supero questo "qualcosa" e mangio quello che voglio, mi sento cosi pensante, (forse il mio stomaco non è abitutato o è solo psicologico) che sto male.

Insomma, se so che devo uscire a cena non pranzo, mangio 2 banane e un insalata in tutto il giorno, cosi so che non staro male a cena.. insomma è bruttissimo!!!!!!!!!! E la mia paura è che, volendo avere un figlio io possa involontariamente passagli questa "malattia del cibo" come mia madre (che ancora oggi 56 anni e 4 figli, non ha passato i 50 Kg) ha passato a me.

Consigli?

Tags: cibo, figli

Mar

24

Apr

2012

NON SONO MOLTO INFORMATA SU QUESTE COSE,SE QUALCUNO PU0' DARMI UNA RISPOSTA VI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE.......

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

.........voglio raccontare la mia situazione:da quando ho conosciuto mia suocera e mia cognata la mia vita è un inferno,ne ho passate di brutte,mi sono sposata dopo un anno di fidanzamento,e in quell'anno ogni giorno hanno sempre cercato di impedire che il fidanzamento andasse avanti,i preparativi del matrimonio sono stati una frana e una tortura invece di qualcosa di emozionante e piacevole,mio marito è stato sempre dalla mia parte,dopo nemmeno un mese dal matrimonio ho cominciato ad avvertire dei dolori addominali e alla schiena,poi man mano alle costole fino al punto che se facevo un movimento o mangiavo mi venivano questi dolori come una corrente,pensavo fosse il lavoro,ma invece andando da un neurologo ho scoperto che si trattava di dolori neuropatici,così ho cominciato una cura.Dopo 2 mesi di cura avevo un ritardo,pensavo fossero effetti collaterali,invece ero incinta e i farmaci erano controindicati in gravidanza......la bambina ha 2 anni e non cammina,ha un ritardo dello sviluppo psicomotorio e fra i tanti punti interrogativi ci sono anche i farmaci che ho preso per causa loro.IO SPERO CHE MIA FIGLIA CAMMINI AL PIU' PRESTO,ma se il motivo sono quei farmaci,per legge le due troie che rischio corrono? RISPOSTE SERIE GRAZIE

Gio

08

Mar

2012

vivere nel passato

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La faccio breve, perchè è tardi sono stanca e non voglio che mio marito mi veda.

A maggio diventeremo genitori, di una bambina, ha già la sua cameretta rosa e verde, la culletta, i vestitini, ha tutto tranne un nome, parlare di cme chiamare la nostra creatura mette di malumore me e fa incavolare lui.

Sua madre mia suocera vuole che la chiamiamo Valentina, tralasciando il fatto che a me questo nome non piace, Valentina era il nome della sorella maggiore di mio marito. "era" appunto, perchè Valentina è morta a 13 anni di leucemia, da quel giorno mia suocera, si è totalemente richiusa in se, anche se io ho conosciuto mio marito tanti anni dopo, mi sembra quasi di conoscerla valentina.

Valentina è morta 15 anni fa, eppure è come se fosse viva, la sua cameretta è rimasta intatta, i suoi vestiti sono nell'armadio, mia suocera mi ha sempre raccontato di lei, ecco perchè so il suo colore preferito che musica ascoltava i libri che leggeva.

Ci ho messo un po a capire che mantenere il ricordo così vivo, fare finta che lei dorma ancora in quel letto (i primi anni mio marito mi ha raccontato che cambiava sempre le lenzuola e più di una vota ha sorpreso al madre a parlare da sola ma come se rispondesse ad una persona)non è sano, secondo me questa donna non ha mai elaborato il lutto, e se inizialmente è normale, comportarsi come se la persona scomparsa ci sia ancora non lo è fare determinate cose dopo 15 anni.

Questo argomento è tabù, sia con mio marito che con mio suocero, all'epoca poi mio marito aveva 9 anni e mi ha raccontato che venne a stare da loro la nonna, che praticamente badava a lui.

Ad esempio mia suocera festeggia ancora il compleanno, ovvero si amngia una torta e poi si va al cimitero.

Al nostro matrimonio, pretese che io mettessi il mio bouquet sulla sua tomba, come se Valentina quel giorno lo avesse preso, il suo nome è stato ricordato durante la cerimonia e per accontentarla, abbiamo anche fatto una foto vicno alla tomba, (lei voleva che andassi al cimitero vestita da sposa, ma ragazze a quello mi sono opposta).

Mi sono sempre chiesta, che cosa avrebbe pensato lei di tutto questo, e sopratutto perchè questa donna non è stata costretta a fare della psicoterapia!

Però ora il problema è il nome, io non voglio chiamarla Valentina, ho sempre odiato al tradizione di dare i nomi di persone morte ai bambini, come se le persone defunte dovessero rivivere in loro, invece di essere "persone nuove"

Non voglio nella maniera più assoluta darglielo nenache per secondo nome, secondo me aumenterebbe la "psicosi" della madre.

Mia suocera non ha mai accettato la morte della figlia, anche se mi hanno raccontato che si è ammalata piccolissima.

Mio marito dice che dovrei fare uno sforzo, magar metterlo come secondo nome,ma questa è mia figlia, e non dovrà prendere il posto di nessuno, non dovrà essere il surrogato della sorella, mi odio a dire così. Sopratutto so che lei al chiamerebbe comunque valentina, anche se il primo nome fosse diverso.

Io vorrei chiamarla, o Lavinia, o Rebecca a mio marito picciono molto.

 Buonanotte

Tags: figli, nomi

Dom

05

Feb

2012

E' un motivo valido?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

secondo voi è un motivo valido avere un figlio per far felici le famiglie?

sono tre anni che sopratutto mia suocera mi pressa affinchè "gli faciamo il nipotino", purtroppo in questi 3 anni la vita mia e di mio marito è cambiata.

ci siamo sposati a maggio 2008 e io a marzo 2009 ho perso il lavoro (cntr a termine non rinnovato er tagli al personale) addirittura la sua azienda ha chiuso.

ora la nostra situazione è questa: un mutuo che abbiamo continato a pagare grazie ai sussidi di disccupazione e al fatto che io ur di lavorare mi sono messa a fare qualsiasi cosa, fino a che non ho trovato mpiego presso un agenzia immobiliare come segretaria, lo stipendio non è molto, ho un contratto a progetto e so che se rimanessi incinta avrei poche possibilità di ritrovarlo, ance se andrei in maternità per i canonici 4 5 mesi enon di più! Mio marito ora lavora freelance e i suoi guadagni variano molto, insomma la nostra vita è molto "precaria" abbiamo una casa ma ci sono stati mesi in cui siamo andatia vanti solo con i miei 600€ di base perchè i lavori non gli venivano pagati.

In tutto questo mia suocera, non è stata per nulla d'aiuto,

vuole un nipote e lo chiede con insistenza fregandosene del fatto che un figlio ci sarebbe difficile mantenerlo e che io con molta probabilità perderei il lavoro.

i figli si dovrebbero fare per amore e non per far contenti glia ltri, ma orami è diventato il suo modo per mettermi in imbarazzo a volte us aun tono che davvero non mi piace, è arrivata a chiedermi se li voglio o se per caso non sia sterile! 

e sapete uan cosa se mai avrò un figlio vorrei tenerlo lontano da una persona così, non voglio che lei si arroghi dei diritti che dovrebbe avere solo una madre a cui lei vuole sostituirsi perchè fondamentalmente in casa si annoia.

già immagino che mi si piazzrà in casa, che vorra fare di testa sua che farà di tutto per mettermi in difficoltà, già una volta mentre stavo cambiando il pannolino al figlio di una cugina di mio marito, lei mia ha raticamente dato una spinta e tolto di mano al salvietta erchè diceva che non ero capace! e certo era al prima volta che lo facevo! mi chiedo cos afarà cambierà laverà vestirà e darà da mangiar elei a mio figlio perchè io non sono nata imparata!

tutta la faccenda mi ossessiona, e non ne posso più non credo sia no tempi di fare figli soprautto per una situazione economica come al nostra, la nostra priorità è pagar eil mutuo e le bollette spesso nei mesi negativi compriamo solo il necessario per la spesa!

è dura durissima! e io la odio e non la sopporto e mio marito dice che devo sopportare perchè al madre è così

Ven

02

Dic

2011

fuori di me

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

dalla rabbia....m veniamo al nocciolo

da sempre mia suocera chiede quando le "faremo" un nipotino, manco se fosse un giocattolo o che lo dovesse crescere lei (lasciamoglielo pensare), sta di fatto che è una donna come dire, "ignorante" nel senso che invece di informarsi sta sentire le chiacchere, le dicerie, si fida di più delle usanze di paese che di quello che dice un dottore,inoltre sta sempre li con al sorella (che abita accantoa lei) a fare taglio e cucito su tutti, insomme cose è uscito fuori recentemente

io durante l'estate mi sono data alla pazza gioia con gelati, cocktail vari barbecue e pizzate e ahimè ho messo su qualche chiletto (7 per essere precisi), naturlamente come mia sfiga tutti sulla panza, e siccome non sono riuscita a farli sparire con una bacchetta magica, ma con ginnastica e dieta ferrea, la cara donna e la sorella hanno cominciato a fantasticare, già da settembre quando la trippa era nel pieno vigore, mi faceva domande strane, in più ci si è messo di mezzo il fatto che la dietologa mi ha tolto un po di cose dalla dieta perchè oltre ai chilettiin eccesso avevo dei valori un po stravolti, così ad esempio niente carne rossa, dovevo prediligere verdur cotte (per la mia stipsi etc) e li lei è volata di fantasia anche perchè io non lo ho detto che ero in dieta (lei non le capisce...)in più ci si è messa pure mia cognata che un girono mi ha visto uscire dal ginecologo (insomma ho 30 anni un controllo all'anno lo dovrò fare o NO?), e quindi l'altra sera a cena la vedevo, nervosa, io avevo già rifiutato la pasta e lei tutta irritata, e all'improvviso, sbotta come uan pazza

"alora quando lo dite che divento nonna, quando me lo dici che sei incinta,"

mio marito a momenti muore soffocato con un pezzo di pane, roba che rimanevo vedova, mio suocero non sa chi gurdare, invece io

co voce tutt'altro che calma le dice che non c'è nulla da dire perchè non sono incinta e lo sarò quando e se vorremo noi, e per far paicere a lei.

la cosa brutta è che ha pure insistito tirando in ballo le "prove" della gravidanza

"ma hai al pancia tonda"  "si ma è grasso"

"si ma mangi meno e non amngi roba cruda" "sto a dieta ferrea e siccome non vado al bagno allora tutta verdura cotta"

"eh ma ti hanno vista che uscivi dal ginecologo" "dal gine non ci va solo chi è incinta"

questo è stato il nostro tragicomico discorso.

poi mi marito mi ha calmata dopo essersi ripreso dal colpo. ha cercato di calmare le acque. però io mo so incazzata nera, passi che me lo chiede tutte le volte, passi che ogni cazzo di ultmo dell'anno lei si frega le mani e dice che quell'anno è l'anno in cui diventa nonna (si perchè è tutta una questione sua)

ma questo no...sta donna è pazza è ossessionata.....e intato amomenti ci rimane secco il figlio!

Lun

28

Nov

2011

dovrei ma non ci riesco...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

non riesco ad essere comprensiva, non riesco a gioirne anche se di solito notizie così portano allegria, e non ci riesco non per invidia, ma perchè non riesco a capire, il perchè le persone fanno certe cose quando sanno che non potranno permettersele.

io bene o male me la cavo, ho due bambini lavoriamo tutti e due, con piccli sacrifici riusciamo a dare ai bambini quello che ci eravamo prefissato per loro.

non siamo una famiglia da uscire a cena tutti e week end ma pizza e cinema una volta al mese coi bibmi ci sta. vivo una vita normale, anzi melgio di chi il alvoro l'ha perso, meglio di chi non ha manco la sicurezza di una casa, a noi se Dio vuole mancano 8 anni e poi la casa sarà nostra per davvero.

ma proprio non capisco mia cognata e mio cognato, nonchè fratello di mio marito.

loro vivono con uno stipendio solo, che praticamente è di poco più di 1200€,non hanno mai acquistato casa ma sono in affitto, in lista per una casa popolare che probabilmente chissà quando arriverà (oramai sono convinta che le diano solo a chi ha il posto fisso , due alvori, 3 macchine e fa levacanze a capri, altrimenti nn si spiega)

mia cognata è incinta del terzo figlio, quando già fanno fatica a mantenere glia ltri e due, i vestiti per il amschietto glieli passo io visto che il mio ha due anni in più, per al femminuccia, ci pensa la sorella di lei che di figli non en ha e l'ha eletta a nipotina preferita. lei non lavora e non vuole farlo, a lei piace stare in casa, fare le faccende, badare ai figli, non ha nenche al patente e da una aprte è un bene.

loro non si preoccupano, qualcuno (forse) darà loro carrozina e passeggino, i miei suoceri provveeranno a comprare pannolini e latte visto che lei, purtroppo non ha mai avuto latte, dovrei essere felice, per una nuova vita che anscerà ma mi chedo perchè farne un'altro , ma tieniti i due che hai e cerca di allevarli bene, ariverà un girono in cui al piccolo non andrà più di mettere abiti smessi, che faranno se vorranno tutti andare allesuperiori o al'università? io e mio marito già ci pensiamo e ne abbiamo uno al'asilo e uno in 4 elementare, ma già pensiamo al loro futuro, alla possibilità un giorno di offrigli un futuro che saràancora più difficile del nostro già così precario.

li aiuteremo questo è certo, se avranno bisogno e ne avranno come ne hanno avuto per il primo e per il secondo, oro sembrano tranquilli, certi che per il primo anno avranno il solito sussidio, l'aiuto dello stato, ma forse non hanno capito che quelle saranno el prime cose a sparire, perchè parliamoci chiaro non mi va di apgare più tasse per permettere a chi non ne ha proprio al possibilità di fare figli a rotta di collo.

prenderei a ceffoni mia cognata, per non volere andare a lavorare, un lavoro anche aprt time come cameriera, donna delle pulizie, quasiasi cosa ma niente...è proprio vero certa gente è indigente perchè VUOLE esserlo.

ma questo posso dirlo solo qui, perchè questi discorsi a casa nn si possono fare.

e non dite che non sono affari miei, perchè quando mio cognato verrà a chiedere aiuto lo saranno e come fai a dirgli di no???

Mer

19

Ott

2011

Consigli perfavore...problemi con una suocera difficile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

ho bisogno di sfogarmi (perchè nessuno mi capisce) e anche di consigli.

il mio problema è uan suocera, che ogni volta che discuto con lei, rigurdo l'alimentazione di MIA figlia, si mette apiangere, dicendo che io sono "esagerata" e "severa" con al bambina, che se non pensa lei a "nutrirla" (dandole, pane e nutella,porchetta, merednine confezionate,bibite gassate,etc), io le toglo il piacere di essere bimba.

volete sapere cosa do a mia figlia? ebbene, latte, crostate fatte in casa o torta di mele (ne va pazza), pasta,verdura,frutta,yoghurt, carne,pesce,formaggi, mangia il gelato artigianale,

cosa non do a mia figlia (e non solo perchè ha solo 3 anni, ma perchè ritengo che certe abitudinia limentari meglio prenderle + tardi possibile), mia figlia che io sappia non è mai stata portata al mac,non beve bibite gassate, non amngia merendine o biscotti industriali, fne nutella (certo finchè nonho scoperto che suocera glieli dava nonostante il divieto), insomma non mi sembra di essere una mamma dittatrice, anzi ce ne fossero come me, di certo ci sarebbe meno imbi obesi già a 3 4 anni,

però siccome mia suocera si mette a piangere io apsso da stronza, e allora intervengono mio amrito e mio suocero, che cercano di mediare, ma io non voglio.

cioè io gli porto mia figlia per farla stare con lei, se no chiama e dice che " le tolgo il diritto di essere nonna), io  porto al bimba, mi raccomando di darle o lo yoghurt, o la frutta,(che porto io)invece lei, di nascosto le da nutella, merendine, bibite, e schifezze varie, per lei questo è nutrimento (lei questo dava ai figli! ), però che poi a mia figlia viene al diarrea perchè non è abituata a mangiare certe schifezze, lei non lo va a gurdare.

sono vermaente stanca di questa donna, che ha 60, non sa affrontare una discussione, sa di essere in torto, e fa proprio come mia figlia, si mette a piangere. 

poi mi fa ridere quando dice "è tua figlia che le vuole" CIOE'? COSA VORREBBE MIA FIGLIA? mia figlia di mangia il suo yoghurt all frutta, e sta buona buona, poi è logico che lei gli mette in bocca pane e nutella se al amngia, perchè il sapore è gradevole.

io non ce al faccio più. lei si mette a piangere (fece così anche quando ci dovevamo sposare, e io non volli usare delle statuette che a lei piacevano come bomboniere), capisco che è uan donna frustrata, che ha passato al vita in casa, senz aun alvoro, un hobby, una distrazione, posso sopportare, le frecciaitne che lancia a mio marito accusandomi di tutto (se amio marito non va dia ndare a casa sua, è colpa mia, se non li invitiamo molto spessoa  casa, e sempre colpa mia) ripeto posso tollelarlo, am che lei, si faccia scudo con il pianto per fare al vittima quando è solo uan ragazzina attempata no.

quondo sono diventata madre, ho fatto delle scelte, importanti, come lavorare aprt time (anche se porto meno soldi) per stare con mai figlia, districarmi con el faccende, per poetr portare ia figlia al parco oa l mare, o in piscina l'inverno.

la fatica (perchè è faticoso) di darle cose sane da mangiare, e non essere tentate di darle biscotti o pappe pronte (son un esperta di omogeneizzati)

non penso di essere uan super mamma, ma di certo non tutte lo fanno, e vedere che mia suocera s ene frega della mia autorità di madre mi manda ai nervi.

ma tanto al stronza sono io, sono io che devo capirla, perchè è normale che i nonni vizino i nipoti, io dico normale un paio di cavoli!

poi non apro il discorso giocattoli, per non intasare il sito, perchè pure li ce ne sarebbe da dire.

ma questa csa dell'alimentazione, e di lei che piange mi manda ai matti!

Sab

08

Ott

2011

paura fottuta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

si ho una paura fottuta di diventare padre, si tra 4 mesi,diventerò padre, e da un mese circa ho un ansia addosso che manco velo immaginate, parlarne con mia molgie non posso, perchè forse all'inizio quello che voleva di più questo figlio ero io, ma ora mentre lei è felice, io non riesco a starle accanto come dovrei, lei soffre di pressione bassa e già ha avuto due svenimenti, già è stata avvisata che se durante il parto ci saranno problemi, gli faranno un cesareo, e lei quindi è un po preoccupata per il bambino, inoltre staa ricevendo un po di pressioni da mia madre e da mia suocera, e questo la stressa molto, e io stronzo che non sono altro, sono preocupato di come cambierà la mia vita! ho paura si sono egoista, non so se sono capace di fare il padre, si certo potrei sbolognare tutto a mia moglie ma so che non sarebbe giusto! SPERO CHE MI PASSI QUEST'ANSIA! ma giuro ogni volta che lei si vuole framre a vedere i vestitini, le cullette, e parla di poppate, scherza su chi si dovrà alzare quando piange mi mette ansia e invece dovrei essere felice, perchè aspettiamo una femminuccia e io una figlia femmina l'ho sempre desiderata, strano no? e ora PAURAAA!!!

Tags: paura, figli

Mer

05

Ott

2011

figli e figliastri

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

non cela faccio più a vedere mio marito così deluso dai suoi genitori, anche non dovrebbe esserlo visto che a quanto ho visto io negli 8 anni che stiamo insieme, loro si sono sempre comportai così.

questo non è il solito sfogo della nuora (io) che ce l'ha con la suocera, ma di una moglie che è stanca di vedere il proprio marito abbattuto perchè i suoi genitori danno tutto alla sorellaa maggiore e a lui rimangono le briciole.

a sentire loro non fanno preferenze, ma queste cose come le chiamate?

entambi laureati, lei in scienze della comunicazione, ora lavora in un giornale cittadino, per la laurea i suoi gli hanno comperato l'auto.

mio marito è laureato in giurisprudenza, i suoi sapevano del desiderio di fare un viaggio, dopo mesi e mesi di studio intenso, invece, gli hanno preso una valigetta e un penna.

lo so non si sputa sui regali, specilmente quando c'è gente che non ha nulla ma un auto al limite avrebbe fatto comodo pure a lui, invece si è dovuto accontentare di prendere quella madre finchè non ha avutoabbastanza soldi per prenderne una usata (e non sapete le critiche del padre, quando ha saputo che era usata)

la sorella di sposa, grande matrimonio, con circa 140 invitati, lei un abito pignatelli da quasi 5,000€ comprato dai suoi genitori, una rolls royce perchè a lei piaceva quella, viaggio di nozze in polinesia pagato sempre dai genitori come regalo, comprano casa, e gli regalano soldi (parecchi) con cui lei praticamente si è arredata casa, rimane incinta e nascono due gemellini bellissimi, e giù a regalare, tutine, passeggino, fasciatoio culla, e dovete vedere che roba , veramnte di qualità.

veniamo a noi.

ci sposiamo, no eravamo decisamente inmeno circa 90 persone, i suoi non mi hanno chiesto se volevo l'abito e io non ho avanzato pretese, solo un paio di mesi prima, la madre mi dic che gli farebbe piacere pagare i fiori e il mio boquet (in tutto tra chiesa e ristorante, addobbo portone e boquet, è stato sui 1300€) e poi mi chiede se può invitare alcuni suoi amici (cioè mi regali i fiori però vuoi che io ricambi invitando i tuoi amici, che alla fine erano 8 persone!)però vabbè acconsento per non fare storie e non mettere in difficoltà il mio futuro marito, che già si sentiva "sminuito" visto che a partire dai miei zii, c'è stata più partecipazione(i miei hanno pagato il mio abito e tutte le bomboniere, mio zio ha regalato il servizio fotografico, il resto abbiamo fatto da noi, la luna di miele era la nostra lista dinozze, e anche qui critiche della mamma, che preferiva un alista classica, che poi non avevamo soldi per il viaggio a lei che fregava?)

quando abbiamo preso casa, hanno solo spauto dire che se volevamo la vecchia cameretta di mio amrito al potevamo prendere, e poi hanno un po insistito per regalarci un divanoda loro definito "antico", ma per me era solo brutto e vecchio, poi la casa era su stile moderno (o meglio stile IKEA/economico con tocchi design)e non c'entrava nulla!

 

ora anche io aspetto un bambino, sono di appena 10 settimane, non sappiamoil sesso, ma mia suocera alla notizia, ha solo spauto dire, "speriamo che sia maschio" così ha già tutti i vestititni fino ai 2 anni (i gemelli ne hanno 3 adesso)  insomma a noi danno i vestitini usati, la culla usata, tutto usato, non mi lamento ripeto c'è chi non ha nulla, però vorrei che mio marito non fosse sempre così avilito, quando mi accarezza la pancia mi dice che spera sia una femminuccia, così da fargli una cmaeretta tutta rosa, che a sua figlia non deve toccare al roba usata.

e vi ho detto solo le cose "evidenti". nonso che fare, orrei dirgli di staccarsi del tutto, tanto o ci sono o non ci sono che cambia?

però una cosa è certa che sia maschio o femmina questo fagiolino, non porterà ne il nome di mia suocera ne quello di mio suocero, perchè dovrei fargli l'onore di chiamre nostro figlio come loro se loro trattano il loro figlio maschio come di seconda categoria.

a volte ho sospettato che mio marito fosse adottato ma ciò non giustificherebbe il loro comportamento così parziale.

non so per me è brutto avere una preferenza così visibile!

il rapporto tra fratello e sorella però è buono, la sorella manco s'è posta il dubbio che ha lei danno tutto e a lui quasi nulla!

Lun

05

Set

2011

rivalità tra sorelle

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ora da un po di tempo ho realizzato che mia sorella è relamente in competizione con me, una competizione in cui però lei è l'unica giocatrice, perchè io non ho mai avuto l'intezione di incominciare, mi ero accorta da tempo di questi suoi atteggiamenti, ma pensavo che fossero frutto di un invidia nascosta, invece no, cose successe in passato sommate a cose successe più recentemente mi hanno portato a duna conclusione lei deve stare al centro della scena sempre e comunque e nei rari casi in cui ci stavo io doveva rubarmela, vi faccio esempi banali.

io ho fatto l'alberghiero perchè il mio sogno un giorno è aprire una favolosa pasticceria, per ora mi accontento di lavorarci, dopo le superiori ho quindi fatto al scuola di pasticceria, mentre mia sorella dopo il classico ha fatto giurisprudenza , tra noi ci sono solo 2 anni e mezzo di differenza, ma non siamo mai riuscite (e ora so perchè) a stabile un rapporto, ad avere amici comuni etc, e questo mi manca e mi è mancato.

siamo sposate entrambe io con il ragazzo con cui stavo alle superiori e siamo una coppia normale lavoriamo abbiamo un muto etc, a lei se così si può dire è andata meglio perchè ha sposato un avvocato come lei che per di più viene da una stirpe di avvocati, hanno uan splendida casa, e che ve lo dico a fare nonostante ciò nonostante lei possa sfoggiare sempre abiti e borse firmate, vantarsi di fare bei viaggi ogni estate, di andare a cena li e la di conoscere questo e quest'altro, non appena vede che io brillo un po più di lei mi deve eclissare, due episodi mi bruciano

qundo ho preso il diploma per il corso di pasticceria, ho organizzato una pizza con i miei amici, bhe lei il giorno prima ha annunciato che si sarebbe sposata di li a un anno e mezzo (dico io, lo poteva dire pure l'indomani no?) e vabbè pensai di essere esagerata.

il suo matrimonio è stato da favola, s'è sposata in un castello , aveva un abito stupendo (ho girato con lei non so quanti negozi per scegliere tutto,) ha fatto un viaggio di nozze che molte di noi sognano, eh si perchè lei voleva andare in polinesia lui voleva visitare le città USA, e che hanno fatto? ma 2 sett nelgi usa e 2 in polinesia.

vabbè ero felice per lei, l'unico dispiacere è che non ah voluto che gli facessi al torta di nozze, li ci sono rimasta male. forse credeva che non sarei stata capace di fare una torta come la sua, ma si sbaglia.

qualche anno dopo è arrivato il mio momento e lei la mattina delle nozze è venuta di buon ora a farsi anche lei trucco e parrucco. insomma io sono bella e pronta ero agitata, ma eravamo in anticipo sulla tabella di marcia, peccato che mia sorella non avesse l'abito con lei ma l'avesse lasciato a casa dei suoceri (dove avevano dormito, visto che lei abita in un'altra città), è tornata dopo quasi un ora, li l'ho odiata, li avrei voluto andarmene, invece mia madre mi ha costretto a stare calma, ed ad aspettarla con tutto quello che ne è conseguito, è arrivata tardi, poi abbiamo fatto le foto in casa in cui doveva esserci pure lei, e poi siamo partiti per al chiesa ma ormai ero in ritardo di mezz'ora.

senza contare che giunti al ristorante, ad un certo punto erano spariti sia lei che lui, certo, mia sorella si era andata a cambiare d'abito, perchè durante l'aperitivo s'era macchiata con un po di vino, ed è tronata con un'altro abito, non vi nascondo che ho pensato che l'avesse fatto apposta.

 

ora invece, siamo madre e anche qui ha trovato il modo di rubarmi la scena, quando io ho annunciato di essere incinta ero di sole 6 settimane, lei se ne esce che è incinta 2 mesi dopo, ora io ho avuto una bimba e lei un bimbo.

e indovinata quando vorrei battezzarla? è mio desiderio farlo la notte di natale, e indovinate che vuole farlo lo stesso giorno, ma lei, lei che dei sacramenti non gli è mai fregato un cazzo, che è cattolica pr modo di dire. poi ha detto che andranno tutti alla casa in montagna dei suoceri, naturlamente io non posso andare perchè per dicembre comincerò a lavorare nuovamnete e dato che siamo soto el feste ci sarà molto lavoro.

davvero sono amareggiata, ma non posso farci nulla, spero  solo una cosa che non farà la stessa cosa con i nostri bimbi, perchè altrimenti potrei ucciderla.

per la cronaca, quast'argomento non è mai stato all'ordine del giorno in famiglia, perchè la cattiva sarei io, lei è troppo disinvolta nel fare ste cose.