Tag: dolore

Mer

23

Mar

2016

incredibile

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ieri notte ho pregato Dio perche' mi aiutasse a capire come fare scomparire per sempre il dolore che porto dentro da almeno 5 anni, che ancora condiziona le mie relazioni sociali e lavorative e amorose e sessuali dandomi una forte ansia e stress, e contemporaneamente solitudine. Il dolore e'  relazionato a un evento della mia vita che non ho mai condiviso con nessuno pienamente se non una mia amica una volta. Sono stata violentata piu volte, in un contesto in cui ero lontana dalla mia famiglia e dagli amici, in una citta' nuova in cui ero sola e a violentarmi e' stata l'unica persona con cui avevo legato al principio (credevo fosse mio amico) nelle prime due settimane dopo il mio arrivo, nonostante lui sapesse che avevo anche un ragazzo, nonostante fossi piu' giovane di 10 anni. Il sesso e' stato non protetto e ho vissuto nel terrore di avere una malattia mortale per molti mesi (per fortuna, dai diversi esami e' uscito che non ho niente). 

Oggi, e' accaduta una cosa che non avrei mai immaginato potesse accadere. Dal nulla, dopo anni di silenzio, quell'uomo mi ha scritto un messaggio chiedendomi scusa per tutto il male che mi ha fatto nel passato. Per me questo messaggio e' veramente significativo, sento che corrisponde all'inizio di una guarigione cosmica personale. E ha dell'incredibile: non avevo mai parlato a questo uomo del male che mi ha fatto e che ancora ha effetto nella mia vita.   

L'ho trovato cosi incredibile (l'ho ricevuto dal nulla, cosi, all'improvviso) che ho sentito il bisogno di controllare due volte che fossi stata io la destinataria del messaggio e che fosse effettivamente un messaggio scritto oggi, 23 marzo 2016 e non anni fa sotto altre circostanze. La vita mi pensa.  

Tags: vita, dolore, scuse

Dom

14

Feb

2016

mi sento depressissima

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

La mattina mi sveglio sempre con buone intenzioni. E la notte prima di addormentarmi sono convinta che il giorno dopo andra' bene.

Pero' passo un sacco di tempo a guardare su internet quello che fanno i miei conoscenti, che probabilmente si sono dimenticati della mia esistenza perche sono almeno tre anni che non li vedo di persona.  E vedo che stanno tutti facendo cose, mentre io sono qui chiusa in camera mia che non so dove sbattere la testa. Non so cosa significhi fare i conti con la propria solitudine e capisco che isolarmi non e' positivo. Ho desiderio ad uscire e condividere con gli altri quello che faccio o vorrei fare, ma appena immagino veramente di uscire allo scoperto e contattare qualcuno, ho paura e provo un fortissimo dolore al petto o come se avessi un muro di fronte che non riesco ad attraversare. 

Qualche idea geniale per riuscire a raggirare questo ostacolo?

Dom

07

Feb

2016

Non ameró più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono ormai passati 18 giorni...ebbene sì conto i giorni da quando mi ha lasciata senza pietà dopo due anni in cui ho fatto di tutto per lui, di tutto per fargli capire che lo avrei amato più della mia stessa vita nonostante gli alti e bassi, sono persino passata sopra al fatto che mi ha tradito per mesi, dopo che l'ho scoperto ha preferito me all'altra e io ho preferito stare male con lui che stare male senza di lui..e invece mi ha pure lasciata per telefono! Ammetto che ho meno ansia perché era diventata una situazione invivibile...ma soffro lo stesso, non riesco a pensare a un suo pregio ma penso ai pochi momenti belli che avevo vissuto, ai posti nuovi che ho visto con lui e a quelli in cui tornavo con lui, nonostante tutto il male che mi ha fatto io non riesco a smettere di volerlo. É una settimana che non esco se non per andare a lavoro e invento scuse improbabili a tutti per non uscire...dopo i primi due giorni di "finalmente me ne sono liberata di questa situazione pesante" ora. Tutta questa calma mi fa quasi paura. Ho paura che non amerò più, ho paura che non sarò mai più come ero con lui e ho paura di non avere più speranza visto che tutta la mia speranza l'avevo riposta in lui. Non so come sopravviveró ma una cosa è certa: non lo scorderó mai. Ho 23 anni ed è stato il secondo amore della mia vita. Non dico che non ameró più ma non ameró più così!

Dom

31

Gen

2016

Brutta fine e nuovo inizio

Sfogo di Avatar di BrandiBrandi | Categoria: Altro

Affrontare la fine di una relzione, se è stata sincera, è qualcosa di incredibilmente sottovalutato. Io, personalmente, cerco di prenderla al meglio possibile, ma perdere la persona che ami ti distrugge dentro. È come un dolore persistente che non può essere curato, il male dell’anima e del cuore, e l’unico buon dottore è il tempo, o almeno così spero. So che mi tornerà in mente ascoltando quelle canzoni che lui mi faceva ascoltare, o che io facevo ascoltare a lui, e sorriderò al pensiero delle nostre mani che s’intrecciavano, dei sorrisi e dei baci che ci scambiavamo, e quelle dolci parole che non riuscirò a levarmi dalla mente. Ora finalmente capisco quando si dice che leggendo un qualcosa riferito ad un “lui” non specifico, ognuno di noi pensi a qualcuno che ha fatto parte della nostra vita. Quel mio qualcuno sarà proprio lui, e ciò che voglio è mantenere solo un bel ricordo, misto ad un po’ di amarezza, ma che sia qualcosa che mi faccia sorridere e che possa un domani raccontare, magari ai miei figli.

Il pensiero di andare avanti ora mi risulta assurdo, ma so che un giorno mi riprenderò. 

 

Gio

31

Dic

2015

godo nel fare del male al mio ragazzo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono fidanzata da due anni e via via è andata crescendo questa voglia di infliggergli dolore, che all inizio era pressokè nulla. Non so cosa mi prende,ma mentre facciamo l amore, sento il bisogno di dominarlo mi vengono in mente le cose piu sporke da fare x farlo anke disperare dal dolore. Ma xke questo? E premetto ke questo fatto sta diventando anke mentale non solo piu fisico. Mi invento anke tradimenti x farlo stare male e poi vg vederlo pieno di segni 

Tags: sesso, dolore

Dom

20

Dic

2015

Non riesco...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non riesco a lasciare perdere il mio attuale ragazzo...dopo due anni di litigi e tradimenti di ogni tipo da parte di entrambi (i miei errori di conseguenza ai suoi, anche se non é giustificabile) mi sono resa conto che la nostra é una relazione insana e sono più i giorni in cui sto male con lui che quelli in cui sto bene, ma non mi riesco a staccare da lui. Anche lui se n'è reso conto che è meglio che ci allontaniamo ma dopo i primi due giorni a sentirci poco  abbiamo ripreso a sentirci e vederci per "vedere come va". Mi sto cominciando a preparare psicologicamente a lasciarlo andare, gli ho persino restituito le sue cose e i suoi regali pensando di potere così riuscire a pensarci meno ma non ci riesco. Se penso di dover vivere senza di lui, che nel bene o nel male c'è sempre nelle mie giornate, se penso di svegliarmi e non trovare un suo messaggio, se penso che non è più mio...mi si chiude completamente la fame e vorrei solo dormire. Se penso di vederlo un giorno con un'altra che non sono io impazzisco...piango sempre, mi basta pensare che devo lasciarlo che non riesco nemmeno a fare le cose piú basilari e mi sono anche data per malata a lavoro stando a vegetare nel divano per giorni ripensando di ingoiare di nuovo quei maledetti ansiolitici,che avevo smesso tempo fa. DEVO lasciarlo andare, so che mi sto autodistruggendo a restare perché lui non mi da quello che voglio...posso passare il resto degli anni ad accontentarmi ed aspettare che si stufi di tutto il male che c'è tra noi e mi molli lui e soffrire dopo ma so che razionalmente non ha senso...vedo in giro tante coppiette felici che si rispettano, che si amano e lo fanno vedere al mondo...lui perché non è così? Ho capito che non ci amiamo abbastanza ma perché proprio io una relazione così insana? Dopo di lui, mai più nessuno lo giuro. Penso alle cose belle che abbiamo fatto e che dobbiamo ancora fare, penso agli amici che ci legano, ai luoghi, al paese in cui é nato tutto, ai giorni di pace dopo le litigate colossali. Penso anche alle bugie e a tutto il male che mi ha fatto dopo tutto quello che gli ho dato, al suo non riuscire a mettermi al primo posto anche se si sforza, al suo non riuscire a darmi quelle attenzioni che vorrei anche se fa il possibile. Ho rifiutato meglio e scelto lui nonostante tutto e tutti. Non potrei comunque provare piú con nessuno quello che mi ha fatto provare lui e che continua a farmi provare nei pochi momenti di pace..il paradiso, che vale tutto l'inferno che abbiamo. Senza di lui preferisco non vivere. 

Mer

16

Dic

2015

Malessere e senso di fastidio nei confronti della suocera

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Ciao a tutti

Mi vergogno di quello che sto scrivendo e(pensando)!ho una storia da molto tempo...lui è perfetto per me😃,dolce,intelligente e sono molto innamorata. Volete sapere cosa mi fa stare male?sua madre! .NOn le ho parlato per più di 2 anni(si ho sbagliato è vero)ma aveva detto troppe cattiverie e non reggevo più (avevo perso 15 kg e la mia autostima).Adesso le parlo tranquillamente, non la odio(Non sono cattiva)ma non le voglio neanche bene(mi sento dispiaciuta per questo)ma non mi interessa come persona. (Ripenso a tutto il male che mi ha fatto e non riesco a volerle bene)secondo voi sono irrecuperabile?

Mar

15

Dic

2015

come sono...come sto...

Sfogo di Avatar di sarasara | Categoria: Altro

...il cuore pulsa forte forte quasi da esplodere, il calore di un fuoco ardente lo circondano tanto da arrivare quasi fino su alla gola. Sento un forte macigno, pesante...una sensazione di vero peso che non si ferma quando lo vorrei e che inizia quando gli pare senza motivo. In tutto il corpo è in continuo senso di leggero formicolio. Il tutto è molto uguale quell'istante, quando si prende un enorme spavento e paura allo stesso tempo solo che rimane una linea continua senza fermarsi....

Fa male...troppo male...e l unico solievo leggero è  comprimere un cuscino su di esso...premendo forte, facendo pressione, allevia leggermente il peso di dolore.

Sono arrabbiata...sono demoralizzata...mi sento cattiva...sono rabbiosa dentro...anche se all apparenza non si vede.

Ps non lo auguro a nessuno. 

Tags: rabbia, dolore

Mar

01

Dic

2015

Ragazza con atteggiamenti da troia

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono fidanzato da quasi un anno con una ragazza della mia stessa classe. Ragazza dolce, carina e abbastanza riservata quando sta con me, ma altamente volgare e troia di fronte ad altre persone. Prima che ci mettessimo insieme si comportava molto meno in questo modo! In sostanza quando è con altre persone per sentirsi accettata inizia a twerkare, fa cenni ad altri ragazzi di leccagliela (con la mano, allargando le gambe), parla di sesso, di sperma addolcificato con l'ananas, di peni e molto altro con ragazzi che talvolta conosce da qualche ora. Indignato da questo suo comportamento gliel'ho fatto notare. La risposta? "Mi diverto quando faccio così e non smetterò!". Ora sono travagliato da una duplice volontà: mandarla apertamente a cagare o sperare che qualcosa si risolva.

Mer

18

Nov

2015

Senza Titolo

Sfogo di Avatar di StopStop | Categoria: Ira

Ciao a tutti. Ho sedici anni, sono in buona salute, i soldi bene o male ci sono, ho anche un'autostima piuttosto alta a dirla tutta. Il problema sembra uno soltanto, ma credo che me ne porti mille altri.

Io mi sento in trappola. Sono sola, esco spesso con le persone, ma nonostante tutta la gente con cui passo il tempo non voglio bene a nessuno, e mi sembrano tutti così vuoti, così frivoli. Sicuramente è un pensiero da egocentrica e da egoista, me ne rendo conto, come mi rendo conto che non ho il diritto di affermare che IO sono una persona interessante mentre LORO no, ma è quello che sento. L'unico membro della famiglia che ho è mia madre, e lei non capisce. La cosa che mi fa dare di matto, è che mia madre SA. Lei sa delle crisi di rabbia che mi prendono, quando torna a casa vede gli oggetti rotti e i graffi sulla pelle che mi procuro, vede quando l'ansia mi prende così forte da farmi tremare impedendomi la respirazione. E lo sapete che fa? Continua ad urlarmi contro. È l'unica cosa che sa fare, urlare.

Io ho perso la voglia di vivere, da qualche anno ormai. Ho smesso di suonare la chitarra, ho smesso di cantare, ho smesso di leggere, di fare sport, di prendermi cura di me stessa. Eppure so che c'è una soluzione, ma non posso aspettare.

La soluzione è partire, andarmene. Volare in qualche altro paese, fare esperienze! Non sapete quanto vorrei andare in Africa, per aiutare le persone, fare volontariato! È il mio desiderio più grande, l'unico che mi rimane. Ma come faccio ad aspettare altri due anni?! Io qui dentro impazzisco! Sembra che nessuno si accorga di come sto, e mi sembra impossibile. 

E non voglio andare da uno psicologo. Non voglio  assolutamente.