Tag: dolore

Dom

26

Giu

2016

Mi faccio schifo !!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Ogni volta che mi guardo allo specchio provo un tale disgusto da farmi venire la nausa. Nonostante cio rimango li davanti allo specchio a fissarmi, a fissare quel corpo deforme, troppo grasso. Mi analizzo, faccio la lista di tutti i miei difetti continuando a inferirie su me stessa. Poi inizio a parlarmi mi insulto, elenco ad alta voce tutti i diffetti che avevo appuntato mentalmente un attimo prima.È una sorta di autoflaggelazione psicologica che ripetto periodicamente per non dimmenticarmi mai quello che sono ovvero una cicciona, deforme, ragazzina stupida e sola. Qualche volta guardadomi cosi allo specchio mi viene il desiderio di prendere il coltello e tagliarmi via tutto il grasso che non voglio come farebbe un chirugo cosi finalmente almeno sarei bella. Ma naturalmente non lo faccio sarebbe da pazze farlo cosi mi metto a piangere. Libero tutto il dolore e la tristezza qualche volta mi metto persino ad urlare sperando che finalmente qualcuno mi ascolti. Senta il mio dolore e la mia tristezza ma nessuno mi sente sono tutti sordi e ciecchi quando si tratta degli altri. Quando finalmente ho liberato tutto il dolore e ho pianto abbastanza, mi rimetto in piedi, sorrido al mio orrendo riflesso e mi prometto che faro qualcosa per cambiarmi, che andro a fare ginnastica e che mangiero ancora di meno di quello che faccio gia... Passano i giorni e le settimane e mi sembra di andare veramente bene, mangio bene, faccio ginnastica ma poi mi metto sulla bilancia che mi dice che peso ancora troppo.Mi dico va tutto bene il cambiamento ha bisogno di tempo cosi aspetto ancora e ancora continuo a rispettare le regole da me imposte ma niente ancora niente la bilancia mi dice sempre la stessa cosa. Cosi mi abbuffo e mentre mangio piango perche so essatamente che domani mi odiero ancora di piu ma continuo e continuo fino ad essere talmente piena da rottolare cosi mi alzo e mi trascino in bagno dove mi metto in ginnochio davanti al wc e mi ficco due dita in gola per vomitare tutto. Mentre vomito piango dallo sforzo ma continuo fin quando mi fa troppo male la gola e lo stomaco per continuare e allora piango si piango come una scema perche mi vergogno per quello che ho appena fatto. Mi alzo e mi guardo allo specchio e vedo quell viso cosi odiato, quell corpo , quelle gambe e mi odio come non odio o potro mai odiare nessuno al mondo ma mi sorrido perche in fondo nessuno vuole avere una persona triste e lacierata dal dolore accanto. 

Sab

11

Giu

2016

Risvegli...

Sfogo di Avatar di SiLaDoMaQuiNoSiLaDoMaQuiNo | Categoria: Altro

Ahh...Che Diavolo che sei! Anche questa notte mi hai svegliata! Ti sentivo e...ahh...Mi hai presa  alla sprovvista e nella semi incoscienza del dormiveglia, sentivo le mie gambe tremare...allungando una mano, ti palpavo e sentivo che tu ti indurivi, ti irrigidivi...ed allora, ormai sveglia, con i miei occhi socchiusi su di te,  mentre stendevo ed allargavo un po' di più le gambe, con una mano ti accarezzavo e ti massaggiavo. Prima lentamente e poi, mettendoci un po'  di gel, con più  vigore! Ahh...Ma tu, insistevi, mi facevi impazzire, davvero! Allora io continuavo a massaggiarti mentre diventavi sempre più  duro! andavo su e giù con la mia mano...Ancora ed ancora...Ahh si, ecco...Così, così...ohhh sii!! Dopo un po' sento che finalmente tu ti lasci andare e poi...ti rilassi! ed io, ridotta ormai allo spasimo, godo con te, mio adorato polpaccio, ed infine, mi riaddormento!! Ahh...maledetti crampi notturni!!! Quanto Vi odio!! 

Sab

04

Giu

2016

PERCHE NON CE LA FACCIO!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Dio santo..ormai sono anni che va avanti cosi..NON CE LA FACCIO PIU! 

Faccio il producer/dj da 8 anni..fin da piccolo quando mi hanno regalato la prima tastiera,ho immaginato di diventarlo.

Sognavo quel cazzo di mondo..finchè un giorno cambiò la mia vita, conobbi un ragazzo, con la mia stessa passione, e da li iniziò tutto , suonavamo ovunque, la gente ci amava, ci incrociava per strada e ci salutava, ci chiedeva dove e quando suonavamo di nuovo..ma dopo 2 anni..lui mi mollò..PERCHE' CAZZO LO HAI FATTO! ERAVAMO ALL'APICE POTAVAMO SFONDARE E TE NE SEI ANDATO COSI!?

Da quel giorno ho sentito come se quel mondo..mi avesse abbandonato..spesso mi capita ancora di produrre tracce..canzoni..ma da quando lui non ce piu..mi manca un pezzo di me..suonare da solo non e piu come prima e tutti lo vedono..non so più come realzarmi..non so più cosa fare..mi sento morto dentro.. 

Tags: rabbia, dolore, ira

Ven

03

Giu

2016

come faccio a dimenticare?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

  • Mia madre mi ha sempre fracassato di botte ,fin da quand'ero piccolissima(2 anni) ,ricordo che mi dava botte sul muso con la fede senza motivo,facendomi uscire litri di sangue,una volta mi ruppe il labbro di dentro! perché era triste e depressa e se la scaricava con me. Mi riempiva di parolacce pesantissime per una bambina!! Non mi parlava mai quando stavamo a casa da sole e poi era vanitosissima.. Ricordo quando si alzava la gonna per mostrarmi le sue gambe perfette,nonostante gli anni,( diceva lei questo),paragonandole alle mie,che facevano schifo perché avevo un po' di chili in più,e lei sempre a scherzare sul mio peso e ad umiliarmi come quella volta che mi portò in un supermercato a comprarmi dei vestiti per bambini, io,per via del mio peso,prendevo la taglia più grande e non mi stavano così mi disse proprio che dovevo dimagrire!! Allora feci a 13 anni una dieta da sola che mi rovinó lo sviluppo ed il fisico. Con mio padre non andavo d'accordo, si litigavano ogni giorno,ed io quand'ero piccola ,son dovuta crescere in fretta perché dovevo consolarla e farla sfogare ogni giorni e farmi riempire la testa da lei che mi parlava male di mio padre ,per farmelo odiare e ammetto che ,facendo la vittima, ci riuscì pure in questo! Per non parlare del mio matrimonio.. Si rifiutò di scegliere l'abito perché a modo suo non ero arrivata illibata al matrimonio con il mio fidanzato... E le mie suppliche per farle cambiare idea non servirono a nulla...! L'abito di nozze l'ho comprato io. Proprio ieri in discorso mi disse che ,per via della mia timidezza a scuola avrei avuto bisogno di un'insegnante di sostegno.. Me lo sono fatto ripetere 4 volte perché non credevo alle mie orecchie.. Ha dimenticato che io a scuola non ho mai avuto problemi di ritardo mentale né rimanevo indietro nelle spiegazioni... Anzi sono sempre stata molto brava a scuola,e anche se fosse stato così lei non avrebbe dovuto dirmelo per ferirmi. La mamma dovrebbe amare il proprio figlio. Altrimenti sei finito

Mar

31

Mag

2016

Tagliente come carta

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Tagliente come carta,è la vita.

Se mi sforzo a ricordare il volto di mio padre è assurdo che non ci riesca,oramai sono passati anni e la mia giovane età forse non mi fa capire il motivo per cui un essere umano in età adulta,diviene sempre più con il passare del tempo una macchina che sembra sempre meno un essere umano.Inizio a non sopportare più un contatto esterno con altre persone,non sopporto il telefono quando squilla e lo metto silenzioso per questo motivo,vedo le chiamate -rare- perse e non richiamo,preferisco starmene con le mie Marlboro,il mio vizio che si attacca alla nicotina,al sapore di tabacco a fior di labbra e tra le dita,che stare là fuori in mezzo a quella massa di egoisti,vedete ogni cosa ha uno schema e no,non esiste il buono ed il cattivo il bianco o il nero,esiste il grigio con le sue sfumature quindi basta raccontarci la storia del protagonista buono e dell'antagonista,perché nella vita reale siamo entrambi in ogni caso,sia che facciamo qualcosa di giusto che qualcosa di sbagliato e questo è il compromesso con cui dobbiamo convivere,niente è puro e niente è totalmente impuro,ci dev'essere sempre un equilibrio tra le cose solo che non comprendo.
Gli adulti non si ricordano ciò che erano prima,mentre i giovani sanno ciò che vogliono dopo -Dopo l'età d'oro- gli adulti non si ricordano come volevano essere trattati mentre i giovani sanno come vogliono essere trattati un pò come se ad una certa età superi un muro,oltre quel muro dimentichi ciò che eri inventandoti la storiella del "Devo crescere",per questo si mette tutto da parte? Ma come io so ci dev'essere un equilibrio quindi,non tutti gli adulti sono cosi,ho incontrato persone che avevano ancora un'anima per quanto sia difficile averla oramai.
-Mi scuso in anticipo per le cose scritte in disordine ma uno sfogo per me riesce solo scrivendo ogni cosa che mi passa per la testa-

Nei gruppi sono sempre stato escluso perchè mentalmente estraneo a quello per cui i giovani oggi sembrano stare in piedi:Alcool,Droga,Sesso,Tecnologia,Post,Like,Selfie giornalieri ma sopratutto perché vedevo la vita in modo diverso,la perdita del padre che mi ha malamente cresciuto e che ho gentilmente cacciato dalla mia vita a soli 15/16 anni ed ora ne ho 20...Già 20 anni ma ci credete? Al ventesimo compleanno erano 19 persone in casa mia per festeggiarmi,eppure ora ci ripenso con un mezzo sorriso ed un pò di malinconia,quasi come se fosse passata un'eternità da quella festa,ma sono passati solo 22 giorni.
E' andato tutto per il verso sbagliato,non ho rispettato i tempi che io stesso mi ero concordato:L'uscita del mio primo Mixtape,il primo video sulla mia 76° canzone mai pubblicata,qualche Live,qualcosa di stimolante.
A 20 anni non ho ancora la patente,un lavoro,un diploma,non ho ancora dato un senso alla mia vita ma ora il mio posacenere è pieno ed il pacchetto vuoto,quindi il senso della mia vita per i prossimi 10 minuti sarà uscire di casa,andare a destra superata la soglia del portone,passare il parcheggio sempre pieno di auto schifose,girare l'angolo,entrare all'interno della Tabaccheria e chiedere:"Scusi ha per caso la droga legalizzata dal mondo,accettata da tutte le persone che esistono,che causa chissà quante morti e  che io amo perchè probabilmente è questo che mi piace,farmi del male,ce l'ha?" Avete capito il senso,ma non farò mai una domanda del genere a meno che non voglia trovarmi ad esser guardato per i prossimi 20 minuti come un pazzo che soffre chissà di cosa,oltre che di probabile depressione.

 Dormo poco,non è un mistero ma è un tabù quindi nessuno mai mi chiede cosa mi tormenti cosi tanto da non farmi prendere sonno,anche perché non saprei cosa rispondere ma invece,probabilmente,darei tante risposte sensate e finirei a tirar giù banconote formato lacrime visto che farò una lista della spesa di disagi,mancate gioie,drammi e tutto ciò che può far sgretolare qualcuno dall'interno,come un nemico a piede libero dietro le tue linee che colpisce quando meno te lo aspetti,prima o poi ti colpirà e ti farà male,tanto male.
Quante volte sono andato in overdose di dolore,per colpa di un amore,un'amicizia,qualcuno che ti sembrava la persona giusta a cui donare tempo,pensieri,parole eppure oramai c'è chi ne è talmente colmo,c'è chi ne è talmente gonfio di questa merda che quando vede una persona nel suo stesso stato gli risponderà:"Passerà"-"Ne incontrerai di migliori",come se quasi quando ti sfoghi il vocabolario di una persona si riduca ad il vocabolario del cazzo usato da Baci Perugina,diamine ma la personalità delle persone dov'è finita? Abbiamo visto talmente tanti film con le loro frasi ad effetto,fatte,da copione che oramai ci ritroviamo a dire le loro stesse cazzo di frasi,non riusciamo a fare un monologo anche ridicolo di ciò che pensiamo su ciò che accade a qualcun'altro,diventiamo freddi come pietre sotto una tempesta di merda.Ecco cosa diventiamo.Per quanto io ripudio stare in mezzo alle persone,fare un passo giù in centro,capisco quanto sia importante il contatto umano che non esiste,dov'è finita la sorpresa? Le persone escono,fanno i loro gruppi e stanno tutti assieme manco fosse una gita in famiglia,magari vedono qualcuno vestito male e lo prendono per il culo,perché cazzo non ti alzi e glie lo urli addosso? Perché devi condividere il tuo inutile pensiero con altre persone a cui non frega un cazzo della tua visione sull'abbigliamento di quel tipo? Perché ora c'è bisogno dell'alcool per attaccare bottone con una donna? Ma sopratutto,dove siamo finiti? Avevano più coraggio l'essere umano che ci ha preceduto,lasciandoci un mondo davanti e noi lo buttiamo.Giusto.Noi dobbiamo distruggere ogni cosa che costruiamo,fa parte della storia,ma abbiamo disrutto il contatto umano.Lo abbiamo devastato di buchi di proiettile e dopo che cazzo è morto lo abbiamo calpestato e ci siamo passati sopra con le ruote dell'auto.

Io faccio parte di uno di quelli che ha distrutto il contatto umano,prima ero pieno di persone,parlavo e beh forse troppo:Ora parlo poco,guardo il vuoto,non piango,non urlo,non m'incazzo,resto calmo poi mi addormento,non reagisco,non percepisco emozioni,come accade un pò a chi diventa un pezzo di carne,una macchina.
L'unica cosa che ormai batte in noi non è il cuore,sono le ciglia. 

 

 

Tags: dolore

Mar

10

Mag

2016

L'amica brutta.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono piena di bollicini. Mi vergogno ad alzare la testa a scuola. E una mia migliore amica l'altro giorno, quando stavamo parlando di tintarella in vista dell'estate e di una nostra compagna che si mette quantità industriali di fondotinta, se ne esce con una frase rivolta a me : Anche te con quei bollicini sembri abbronzata, da quanto sono rossi!

Lo ha detto davanti a tutti e automaticamente tutti si sono girati a guardarmi la fronte. Altri episodi? Stavo con un ragazzo e appena uscivo con il suo gruppo di amici, tutti dicevano : 'ma sembra un maschio, ma quanto è brutta! Oddio vomito!' 

Oppure vado a ballare, anche con amiche apparentemente peggio di me, e con chi ballano i ragazzi? Con loro.

 E per una santa volta che mi truccai per andare a scuola, quelle della mia classe dissero: ' non ti sta bene cosi hai tutto il segno del fondotinta vattelo a togliere in bagno! '

E ti pareva che mi dovessero umiliare subito..

Ultima cosa.. Ero in centro con quelle della mia classe e ad un certo punto passa mia sorella. Più grande. Tutte ad elogiarla ripetutamente per più di un'ora davanti a me e a dire quanto è bella e quanto il suo fisico sia stupenda, facendomi sentire un mostro.

Voi che ne pensate? Vi è mai capitato? Esprimetevi liberamente

Grazie per l'ascolto 

Mar

03

Mag

2016

Controsenso

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Lurido pezzo di merda, ti ho perdonato un tradimento durato mesi e mesi e tu mi rinfacci persino la cosa più normale trattandomi peggio di una schiava

..In tutto questo ti amo, ti penso, piango e non dormo

Sab

30

Apr

2016

mix di emozioni

Sfogo di Avatar di bimbadolcebimbadolce | Categoria: Ira

tutt'altro che positive..dalla rabbia, amarezza, nervoso, tristezza mi accompagnano.

Passerà mai questo periodaccio? E' da quest'estate che me ne capita sempre una!

Sarò mai felice? Me lo chiedo sempre più spesso. Riesco solo a provare schifo verso di lui.

Schifo perchè mi sento una pezza, sembra come non sia mai stato innamorato di me. Lasciarmi per un altra e non avere nemmeno la decenza di aspettare. Io qui che soffro, e lui li che  ci prova spudoratamente con questa fidanzata e convivente. Ci prova con una grinta tale che non sembra nemmeno lui, dato che con me era moscio. Le commenta tutte le foto, mi piace di qua e mi piace di la..si scambiano ricette di cucina..

boh con chi sono stata? mi chiedo. 

Che schifo sapere che non versi nemmeno una lacrima per me, mentre io ne ho versate così tante da non dormire per notti intere.

Schifo a sapere che mentre io pensavo: poverino guarda quanto lavora, che bravo ragazzo che ho! invece tu te la ridevi con questa tizia.

Non so cosa abbia fatto, non lo voglio nemmeno sapere. So solo che ho tanta di quella amarezza addosso che non riesco a toglierla via.

E si ho chiuso tutti i contatti, ho tolto pure i suoi amici da fb per timore che pubblicassero qualcosa che mi facesse ricadere nel più bello che mi sto tirando su.
Cerco di andare in palestra, di uscire con le amiche anche se son tutte fidanzate e questo non mi aiuta, esco anche da sola solo per fare un giro per negozi.

Ho conosciuto un'altra ragazza un pò pazzerella..forse possibile amica.. andrò via con lei pensavo..almeno è single, solo che sta anche lontana e quindi per vederci dobbiamo fare i salti mortali. Ci troviamo nei discorsi perchè dietro alla sua corazza da esibizionista è fragile come me, ma ancora non mi fido. 

Cerco di nascondere la tristezza con sorrisi falsi, battute, scherzi..e l'allegria..talmente bene che nemmeno mia mamma è riuscita a capire che ancora sto soffrendo!

Un giorno piango, e mi prendo "parole" :basta piangere per quello stronzo, non ti merita! basta!!!!!

si, lo so non devo piangere.. ma allora perchè piango ancora? perchè mi escono le lacrime senza volerlo? Forse devo ancora metabolizzare il tutto..mi sembra ancora impossibile che uno come lui..che credevo di conoscere bene come le mie tasche si sia comportato così. Lui che mi adorava, lui che aveva occhi solo per me, che era geloso e premuroso, che mi ha regalato l'anello, gioielli e tutti gli altri mille regali che ho in camera, lui che a san valentino ha prenotato nel nostro ristorante, lui che mi abbracciava così intensamente e mi guardava con quegli occhioni dolci...

che cosa è successo...

scusate per lo sfogo pietoso e lagnoso..spero di non farne più 

 

Tags: dolore

Lun

11

Apr

2016

E se il male ricevuto fosse molto piĆ¹ di quello dato?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Vi spiego un po' 

C'è questa persona, il mio ragazzo, il mio ex, boh, che qualche mese fa si è sentito offeso e colpito nella fiducia in una maniera spropositata da una mia azione (non è - neanche lontanamente - un tradimento o qualcosa di assimilabile), un'azione piuttosto stupida che aveva anche le sue motivazioni

Sinceramente a me non pareva qualcosa di così grave, e mi sentivo scema a non capire l'entità del mio errore...così, senza parlarne troppo, ho chiesto a un po' di persone a me se fosse davvero qualcosa per cui valga la pena di allontanarsi così tanto da me. Ciò che ne ho dedotto è stato che...per tutti si è trattato di una minchiata, qualcosa di decisamente perdonabile, ma lui era comunque incazzato a morte. E vabbè.

Non può essere stato qualcosa di potenzialmente offensivo verso un suo principio o modo di essere, niente di niente, anzi. Non è neanche da vedere come un pretesto, prima di questo episodio le cose andavano bene, la relazione era lunga ("ma chiedergli il perché di questo offendersi così esageratamente?" già fatto, ha saputo solo prendermi a parole)...e poi io gli ho sempre perdonato tutto e subito!

Non potevo pienamente condividere il suo disappunto verso la mia azione, ma per amor suo l'ho riconosciuta come grave...ci tenevo (e sarei bugiarda se dicessi che non ci tengo tutt'ora...) ad avere il suo perdono, perciò mi scusai abbondantemente, e lo dimostrai anche con i fatti

Nei rari momenti in cui non litigavamo mi voleva sessualmente e basta, provavo a essere dolce, perché VOLEVO essere dolce, senza la minima riuscita. A volte mi fermavo per chiedermi se mi stesse usando, ma mi piaceva e continuavo a illudermi...

E beh...quando litigavamo, la situazione era infernale. Mi attaccava per qualsiasi cosa, usciva argomenti che sa che io odio immensamente, trovava ogni pretesto per prendermi a parole (parole di una gran pesantezza, le più brutte che mi siano mai state rivolte), sempre minacciata, ogni sua parola era una coltellata...aveva persino un modo distorto di vedere le cose. Mi ha pure dato dell'incapace di prendersi la responsabilità, il che è un paradosso, data l'industriale quantità di scuse sincere che gli ho posto

Insomma, la relazione è diventata tremendamente dolorosa per me, chiunque al posto mio avrebbe detto basta, ma io ero ostinata, e guidata dai sentimenti, ho anche somatizzato il dolore in una maniera incredibile...in questi ultimi mesi ho vomitato praticamente ogni giorno e sono addirittura svenuta, ma niente, neanche uno spiraglio di comprensione. Il periodo era già difficile di suo, il mio malumore era evidente e non ho avuto neanche uno straccio di sostegno, anzi, venivo insultata ancora di più.

Ieri c'è stato l'apice: se penso a tutte le cose cattive, anzi, spietate, che mi sono state dette, a quanto sono stata svalutata, a tutte le minchiate sul mio conto, al fatto che di me e dell'onestà dei miei sentimenti non ci ha mai capito un cazzo (perché uno che mi chiama zoccola non ci ha capito un cazzo davvero)...mi viene da piangere, da piangere a dirotto per il tempo che ho passato con lui (ovviamente, dopo il colpo di grazia mi ha detto che è finita). Ma anche se il male che mi ha fatto mi ha davvero sopraffatta ed è stato praticamente incomparabile, io mi sento ancora colpevole del poco, perdonabile, che ho fatto io.

Un...graffietto può mai essere vendicato con una pugnalata?

Dom

10

Apr

2016

Non riesco a piacermi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Sono entrata in questo sito per caso, ho cliccato un link e ho letto di una ragazza che soffre del mio stesso problema, cosi ho deciso: voglio scrivere anch'io qualcosa, per vedere cosa pensa la gente di me, anche se ho gia provato la sensazione di essere giudicata moltissime volte. Mi vergogno di me stessa per scrivere tutto cio che starete per leggere ma devo sfogarmi!

Sono una ragazza di 17 anni e soffro di ‘ovaio policistico’ , una patologia non semplice: le ovaie iniziano a produrre troppi androgeni, gli ormoni sessuali maschili, i follicoli hanno una maturazione irregolare, si formano tante piccole cisti e si manifesta con sintomi fastidiosi come alterazioni mestruali, mancata ovulazione, acne, alopecia, difficoltà di rimanere incinta, pelle e capelli grassi ecc. sono maggiormente soggetta a stress, nervosismo e ansia, non ho seno e spesso non mi viene il ciclo (anche per 5/6 mesi).  Ovviamente soffro di irsutismo; credo che sappiate tutti cosa sia. Ebbene per questo mi faccio totalmente schifo.  Ho sempre fatto cerette su cerette da sola, perche dall'estetista mi vergogno e chissa cosa penserebbero di me, sono sempre stata a casa a piangermi addosso, sono stata a casa tutte le estati mentre i miei amici andavano in piscina o al mare (mai visto).. Mi guardo allo specchio piangendo, pensando a come potrei essere senza tutta questa merda! 

Sono depressa, sono incazzata e vorrei che qualcuno mi aiutasse, mi desse una soluzione! 

Fortunatamente ho trovato un bravo ragazzo, il mio attuale fidanzato..che mi vuole bene ecc. e cosi si, sto bene, ma devo nascondermi anche quando c'è lui dato che non sa nulla di questo mio problema. Infatti, quando vuole tirarmi su la maglia io gli tolgo sempre le mani e tiro giu subito. Lui vorrebbe provare anche li sotto ma io  non glielo permetto e diventa triste oppure si arrabbia quasi. Io lo capisco ma come faccio a dirglielo mio dio???? Cosa penserebbe di me? Io ci provo a sistemarmi prima ma a volte il tempo di fare le cose non ce lho! 

E sono stanchissima! sono stanchissima di nascondermi, di non muovermi, di essere libera!  Vedere tutte le altre ragazze che si mettono quel che le piace, che non hanno paura di mostrare il loro corpo, mi fa sentire di merda! 

Non ho mai avuto il coraggio di farne parola con nessuno e questo mi causa problemi anche sociali, tendo a nascondere il mio difetto ma questa è una situazione insostenibile. Piango spesso per questo mio problema e sono stanca. Non posso mettermi quello che mi piace. 

Non ho una vita sociale e penso al mio futuro con grande paura! Sto vivendo malissimo quelli che dovrebbero essere gli anni più belli della mia vita! Ad agosto sono andata a fari vedere e per qualche mese ho preso il farmaco Diane, ora sto usando un altro farmaco..sperando che qualcosa funzioni, ma non ho notato alcun cambiamento!

Scusate per gli eventuali errori ma ho scritto di fretta