Tag: crisi

Gio

28

Apr

2016

Non ne posso più

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

I miei sono liberi professionisti, lavorano tutto il giorno per una miseria e spesso sono stressati, mio padre purtroppo lavora in tutta Italia. Quando mio padre non c'è, mia madre parla dei suoi problemi, di quanto non sopporta mio padre che la offende sempre e le urla sempre contro, di quanto vorrebbe cambiare vita, che il lavoro che fa le fa schifo, che è infelice e non avendo molte amiche(come ho già detto lavora sempre) si sfoga con me che sono il più piccolo della famiglia. Quando mio padre torna a casa litiga sempre con mia madre, sempre discorso di soldi, che non ne abbiamo, che arriviamo a fine mese praticamene senza un soldo in tasca e offende pesantemente mia madre dicendole che è un'incapace, che è cretina. Ma dopo, quando è fuori casa le scrive messaggi pieni d'amore;  spesso questa situazione mi fa stare male, non riesco a parlarne con le mie due sorelle più grandi né con i miei amici perché con loro mi vergogno della mia situazione economica. A volte non esco il fine settimana per non spendere soldi e spesso non riesco a chiedere i soldi a mia madre(lei è la tipica persona che si toglierebbe il cibo di bocca per i figli, per accontentarlo). Non ne posso più di questa situazione pesante a casa, vorrei andarmene ma non avrei dove. Molte sere, quando i miei litigano in modo pesante piango. Il mio desiderio più grande sarebbe una moto perché ho una passione sfrenata per tutto ciò che va su due ruote, vorrei coltivare più passioni ma non avendo soldi non posso fare granché. La mia vita mi fa schifo

Tags: crisi, aiuto

Gio

28

Apr

2016

Sono stitica

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Aiuto!!!! So che sembra ridicolo,ma sono stitica da prima di pasqua. Non so perchè,non mi era mai capitato. Nemmeno le dieci erbe mi fanno andare. Sono preoccupata perchè di solito io vado tutti i giorni. Scusate lo sfogo imbarazzante e brutto da leggere,ma non posso dirlo ad altri. Se mi date consigli,grazie in anticipo. Sono stragonfia.

Ven

12

Feb

2016

Demoralizzata

Sfogo di Avatar di cius92cius92 | Categoria: Altro

Sono due anni che frequento una scuola di teatro.Amo il teatro,è la cosa più bella a cui potessi appassionarmi,ma ultimamente sta diventando un incubo. Tengo molto ad essere brava e a fare le cose per bene ,ma faccio tantissimi errori,all'ultimo saggio che ho fatto(ne ho fatti solo due) non riuscivo ad usare bene il diaframma e ho recitato con la voce bassissima ,cosa che per un attore di teatro è imperdonabile..tutti gli altri invece sono stati e contibuano ad essere bravissimi.È vero che fanno teatro da anni e hanno fatto molti più  spettacoli di me,ma è davvero frustrante non riuscire ad essere come loro..ne ho parlato anche con loro,e loro mi hanno detto la stessa cosa,che mi manca l'energia e che ho la voce troppo bassa.EPpure prima di quello spettacolo credevo di essere brava,in tanti mi hanno detto che sono brava,ma a questo punto mi stavano semplicemente prendendo per il c**o. Da pochi giorni io e i miei compagni stiamo cercando di mettere su una compagnia nostra,ma questa crisi mi sta confondendo le idee,non voglio che la gente pensi"lei rovina la compagnia " sono tutti bravi tranne lei" io voglio davvero essere brava,voglio davvero delle soddisfazioni in questa disciplina perché la adoro!è la mia vita! E mili sto impegnando davvero tanto !ma mi sembra tutto inutile ,quando è il momento di provare un pezzo mi viene l'ansia e viene uno schifo totale ! Aiutatemi ,non so davvero che fare.

Mar

05

Gen

2016

É possibile una crisi di mezza età a 23 anni???

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

... oggi come ogni anno c'era il mercatino della befana e non è più come quando ero ragazzina.. non provo più quella gioia nelle piccole cose...spero non significhi questo crescere.. mi è venuta la malinconia per l'entusiasmo perso.. per le feste di Natale e il capodanno. Prima lo vedevo come l'inizio del cambiamento, poi anno dopo anno mi sono resa conto che non cambia granché senza un mio spirito di iniziativa. O pensare che tra qualche anno (se Dio vuole..) non vivrò più a casa mia. Con i miei, mio fratello e il mio gatto.. mi viene solo tanta malinconia, che un giorno possa finire,:mangiare insieme, litigare per il bagno o per altri motivi stupido o bere la sera la camomilla insieme..La fine è inevitabile. Quando invece verso i 18 o 19 anni avevo un desiderio d'indipendenza mi sentivo più donna di ora. Eppure mi sento molto più matura ora, ma più insicura sulla vita... e mi sembra così paradossale che ero più sicura prima, quando molte cose non le capivo e non ci pensavo proprio.. invece di adesso che mi fermo e penso... le mie emozioni più forti le vivo con i telefilm e i libri, e a questa età mi sembra così presto per provare pocho sentimenti puri e felici 😧

Tags: crisi

Gio

12

Nov

2015

Continui dubbi

Sfogo di Avatar di oOhikkiOooOhikkiOo | Categoria: Altro

Non ho idea manco se mi trovo nel posto giusto, ma ho bisogno di sfogarmi... E' da qualche settimana, quasi un mese direi che con il mio ragazzo va tutto a rotoli. Stiamo assieme da quasi 2 anni e sembra che siamo giunti al capolinea, e non capisco perchè! Tutto bene, e ora ogni giorno penso che tutto va male, anche se non è successo nulla, ho il pensiero che sono giù di morale e che non so più cosa voglio. Ultimamente per via di vari litigi ho iniziato a ricevere meno attenzioni da parte sua, ma solo quando siamo distanti, quindi per messaggi, poi abbiamo iniziato a litigare su cose che lui non accetta più, tipo il fatto che gli chiedo di usare meno i videogiochi e impegnarsi di più sull'università, o sul non andare tardi a dormire per non avere una vita squilibrata, e lui ora è stufo di sentirsi ripetere tutte queste cose a mo' di mamma, e posso capirlo, ma io non voglio stare con un bambino, voglio un adulto al mio fianco, forse per questo ho iniziato a dubitare di lui... il problema è che c'è un momento di tristezza e uno felice tutti i giorni. Siamo tornati pure di recente da una mini bella vacanza, che ho quasi rischiato di rovinare dicendogli che non lo amavo più, e subito poco dopo "no scusa scusa ti amo". Non capisco questo mio comportamento! Perchè un attimo penso "che palle, non mi da emozioni, sono stufa, voglio trovare qualcosa di nuovo, innamorarmi di nuovo" e l'attimo dopo invece sono "però se mi lasciasse lui starei malissimo, lo amo ancora e voglio provarci ancora con lui, voglio riinnamorarmi di lui!" ....sono stufa di essere continuamente in litigio con me stessa, un attimo felice e vogliosa di stare con lui, e l'attimo dopo triste che penso no è finita...

Ho provato 3 volte a lasciarlo, e alla fine parlando finivamo col cancellare l'accaduto e tutto come prima, anche più legati per quelle ore seguenti... Non ho il coraggio di dire davvero basta e andarmene, ma non so se è perchè ho paura davvero di perderlo e pentirmene, o se è perchè non voglio rimanere sola. O forse so che è la seconda opzione, ma non voglio ammetterlo a me stessa. Non ho il coraggio.... Dopo tutto insieme stiamo bene, ma separati sto male... 
Cosa devo fare?

Mar

07

Lug

2015

AMICIZIE DOPO 12 ANNI CHE SFUMANO COSì.....

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Accidia

Non so nemmeno da dove iniziare a raccontare qualcosa che neanche a me stessa ho mai ammesso fino in fondo.

Nella mia vita c'è una persona che mi accompagna dalla prima infanzia, si chiama Francesca ed è la mia migliore amica di una vita. Con lei non son mancati alti e bassi, è l'unica persona che mi ha vista crescere e maturare nel tempo. Ha visto il mio primo amore, il mio secondo e il mio attuale fidanzato. Io l'ho consolata per il suo cuore che si era frantumato in mille pezzi quando il suo primo ragazzo la lasciò...Insomma, non ve la tiro per le lunghe, è l'amica di una vita.

Purtroppo però da due anni a questa parte è fidanzata con un ragazzo davvero chiuso. Questo qui ha la mentalità davvero chiusa, e lei inevitabilmente si è lasciata influenzare.

Già prima  di fidanzarsi con lui, Francesca non era una persona di larghe vedute. Ad esempio: lei è razzista ed io no, lei ragiona molto su schemi mentali ed io sono più libertina. Per carità, il mondo è bello perchè è vario, anzi...la nostra amicizia è sopravvissuta tanto a lungo secondo me proprio per questo. Alla fine io e lei preserviamo la nostra identità quando siamo in compagnia.

Però ci sono temi e aspetti che non condivido con lei, e non posso nemmeno farlo. Ad esempio: io ed il mio ragazzo abbiamo un'ottima intesa sessuale, e per lei certe cose sono inconcepibili, come ad esempio il sesso orale.

Magari lei è la prima che pratica tutto ciò che critica a chi lo fa, ma io non lo saprò mai. Inoltre, sua madre è una donna molto pettegola e quindi con Francesca io non posso essere me stessa fino in fondo...devo stare sempre attenta a ciò di cui parlo, perchè lei mi può giudicare. Io con una vera amica non devo sentirmi obbligata a dare mille spiegazioni di ciò che ho fatto, quindi nell'ultimo periodo la sento più lontana.

Ma non posso di certo andarle a dire: "Sai Francesca, non posso dirti più i fatti miei perchè tua madre è una pettegola e perchè il tuo ragazzo è una brutta persona"!

Datemi un consiglio... Questa non è più la Francesca di quando avevamo 15 o 18 anni. Le cose sono cambiate adesso... devo semplicemente disilludermi io??? 

Mar

10

Feb

2015

sempre e solo soldi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

ne ho ereditati tanti, non dovrei lamentarmi, eppure eccomi qui

ho un negozietto e cerco (cercavo) di tirare a campare con questo. Mi fa girare i coglioni ad elica il fatto che per pagare tutti, intendo tasse e fornitori e tirarmi fuori un misero stipendio di 800 euro al mese io debba continuamente attingere al patrimonio ereditato, altrimenti non riuscirei neppure ad andare avanti

e allora mi chiedo come fanno i poverini che devono reggere tutto sulle loro spalle, senza aiuti e mi incarognisco perchè questo cazzo di sistema non va bene, non va bene per niente

 ieri preventivo per dentista 7500 euro, oggi cazzo di commercialista 1500 euro, in questi giorni si chiude la mia separazione e saranno altri 20.000 intanto io pesco dal gruzzolone ma questa cosa mi fa star male dentro

e poi penso a chi sta peggio sorrido amaro e tiro avanti, ma che cazzo di mondo da schifo, tutto basato sul soldo

 

se non ne hai sei fottuto 

Gio

27

Nov

2014

Devo lasciarlo?

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sto da tre anni con un ragazzo... bravo e simpatico, molto divertente. Eppure questa nostra relazione (vissuta fino ad ora a distanza) sembra non portare da nessuna parte. Purtroppo dico questo perche la nostra vita sessuale sembra quella di due 60enni sposati da 30 anni. Ci vediamo ogni 3 settimane circa e tra una scusa e l'altra (troppo stanco/lavoro domani/mangiato troppo) non facciamo sesso da 2 mesi...se lo facciamo non mi piace perchè mi sembra di farlo con uno sconosciuto, tralasciando il fatto che dopo 3 anni non riesce ancora ad eccitarmi.... si fionda subito in mezzo alle mie gambe come se non vedesse nient'altro, non capendo che prima deve essere eccitato il cervello.. passato all'atto vero e proprio non dura piu di 3 minuti d'orologio.. e a volte ringrazio che finisca cosi presto perchè spesso mi sento molto a disagio. Lo facciamo cosi poco spesso e male che ogni volta mi sembra di farlo con una persona che non conosco, e l'atto in sè viene fatto perche "s'ha da fare" e non perchè dettato dalla passione.

Quando provo  a darmi piacere da sola lui è l'ultimo dei miei pensieri. Spesso mi ritrovo a pensare al mio ex con cui facevo delle sc...ate fenomenali, e lui sì che ci sapeva fare.. Questo ex è sempre nascosto da qualche parte nei miei sogni erotici e devo confessare che se dovesse ritornare potrei pensare anche ad una notte di passione. Ho solo 24 anni cavolo, non voglio rinunciare già ora ad un aspetto cosi importante di una relazione....

Al mio ragazzo voglio molto bene, ma temo che sia io che  lui confondiamo questo "stare bene insieme" con la sicurezza di non stare soli. Nel cuore sento che questa brutta situazione è il primo importante campanello di allarme di una storia destinata a finire.

Dom

16

Nov

2014

Vi prego ho bisogno d aiuto !

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Non sto scherzando sono sull orlo di una crisi di nervi!! Ho fiducia pari a zero nel mio ragazzo in seguito a diversi fatti. Nel corso di un anno mi ha fatto soffrire,è stato con un altra ragazza, si è baciato con un altra, e varie altra bugie, nonostante io gli ho donato tutto il mio cuore. Non mi vergogno ad ammettere che ragazzi non credo che me ne mancherebbero mai,perchè mi scrivono diversi ragazzi (anche molto belli) del mio paese ma per correttezza e soprattutto AMORE del mio ragazzo non ho mai risposto. Il punto e che piango ogni giorno, perché se penso che io metto il mio amore davanti ogni cosa, e lui non l ha fatto di conseguenza significa che il suo non è amore.. E se poi ha avuto queste ragazze significa che non sono forse abbastanza bella? Che non sono forse abbastanza brillante? Verso lacrime su lacrime anche per le cose più insignificanti ormai, sono quasi esaurita, non mi sento abbastanza! Voi mi direte "lascialo", ma come posso farlo? Gliele ho sempre perdonate tutte proprio perché è la persona che amo  più al mondo e perché so che posso stare bene solo con lui! Che solo i suoi occhi e i suoi baci mi trasmettono qualcosa! Sto male sul serio...aiutatemi vi prego!

Gio

13

Nov

2014

ansia e confusione

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

sono in ansia, ormai mi fa quasi ridere dirlo...

è una condizione che mi accompagna sempre, in ogni momento, e crudele, mi rende schiava eterna nel mio non eterno errare.

Basta una parola, un gesto, e lei è lì. 

La terapia non è servita a nulla... l'ansia, scaltra giocatrice, si era solo assopita..

ora il pensiero che mi tormenta è quello di non riuscire a laurearmi, di non riuscire a finire la tesi... 

vago sul computer senza meta, tra i documenti da leggere e la pagine da compilare.. e mi sembra di restare immobile, di non riuscire ad andare avanti..bloccata.. ferma... in ansia. penso e cerco di razionalizzare, ma alle volte anche il mio giudizio sembra vacillare.

vorrei riuscire a portare a termine questo compito il prima possibile e ogni cosa che mi distoglie da qui è un peso, e mi pesa sulle spalle, come travi annodate alle ossa.

Le amiche, libere dalle loro incombenze, incalzano per uscire, hanno voglia di divertirsi, ma io ora no.  vorrei solo continuare il mio lavoro, e vorrei che loro lo capissero... non posso uscire ogni settimana.. non voglio. la tesi, le faccende di casa che gravano tutte su di me, il lavoro che tra poco inizierò, i due corsi che seguo.. sono assorbita...  credo di essermi buttata in un mare di attività per soffocare la mia angoscia, creando soltanto braci per farla ardere più forte...

oggi mia madre mi ha chiesto chi sono davvero... se sono la persona solare, amichevole, empatica, trascinante che tutti vedono, o se sono quella che solo lei e un altra persona vedono... quella triste, ansiosa, insicura, solitaria..

la sua domanda mi rieccheggia in testa, e mi trascina... non lo so...

è una maschera quella che indosso e abilmente copre ogni lacrima? o è solo un altro aspetto di quello che sono, qualche spiraglio di quello che sarei, libera da questa ansiogena schiavitù?

la risposta resta appesa qui, nei pensieri più incerti.