Mar

16

Ago

2016

i miei mi hanno chiusa in casa e ora non sanno dove vivo

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

ho 23 anni sono fuorisede da 4. ho sempre portato ottimi risultati accademici (studio ingegneria) e mai dato problemi di droga alcool ecc. mai andata da un'estetista da un parrucchiere mi vesto con vestiti usati delle bancarelle e mai che vado a ballare. unico lusso una settimana di vacanza ad agosto con i soldi rimborsati delle tasse universitarie. l'anno scorso ho lasciato il mio ex dopo 8 anni e da lì mia madre ha dato di matto. lui mi controllava in tutto, vestiti (colore tessuto lunghezza aderenza e scollatura), con chi parlare e di che cosa parlare, cosa leggere e cosa ascoltare. senza di lui mia madre è diventata il mio controllore: non potevo uscire, mi dava i soldi col contagocce (20 euro settimanali) così che nemmeno un caffè alla macchinetta dell uni potevo prendere con una collega, rimaneva in silenzio al telefono per sentire dai rumori in sottofondo se ero a casa, mi chiamava 5 6 volte di seguito se non rispondevo che stavo lavando i piatti o sistemando la stanza, ecc...

ho studiato con una collega per un esame in comune, ho preso  30, e lei mi ha minacciato di ammazzarmi di botte perchè questa storia deve finire.

poi mi ha minacciato di togliermi la casa vicino all'uni che a lei non f0tteva nulla che non mi laureassi più (a 5 esami dalla laurea), allora ho cercato una nuova casa in cui trasferirmi con la paura che mi venisse a prendere. ho trovato una nuova stanza più economica e ho parlato con mio padre perchè lui e mia madre sono separati in casa. luiinvece di aiutarmi e portare sua moglie da un terapista per le sue paranoie ha iniziato con mille bugie e l'ha assecondata. quindi nemmeno a lui ho riferito il mio nuovo domicilio. ho provato con i miei fratelli ma uno mi ha chiuso in casa quando ritornai a casa dei miei genitori e non voleva farmi più uscire. il giorno dopo sono uscita perchè ho finto di tornare al paese. l'altro mio fratello, sposato, l'ho aspettato per giorni, volevo fargli vedere la nuova casa, ma non si è fatto più vivo. ora sento solo papà per messaggi e ogni giorno mi fa pressioni devo tornare devo dire dove abito. ma io ho paura che mi chiudano dentro che non mi laureo più e ho paura anche perchè mi tormentano per telefonate messaggi non mi vogliono fare vivere

11 commenti

aggiungo

mia madre ogni mese parrucchiere estetista vestiti scarpe borse uscita al centro commerciale, mio fratello quello che sta a casa ogni giorno aperitivo gas e benzina messi da papà vestiti scarpe occhiali da sole, papà esce tutte le sere con i soldi che guadagna con lavori extra (l intero stipendio è in mano a mia madre) e quando torno a casa non ci sta mai, solo il pranzo insieme. 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 12:35 del 16-08-2016

Mi dispiace molto per te, non dirglielo dove abiti, a nessuno se vuoi vivere serena

Avatar di BluesoulBluesoul alle 14:24 del 16-08-2016
IMHO

se non stai scherzando chiedi aiuto a un centro antiviolenza. non sottovalutare il pericolo che corri. sei sola contro tutti. non far sapere dove abiti e chiedi aiuto alla magistratura.

probabilmente le istituzioni ti ignoreranno, ma chiedi aiuto lo stesso, prova con qualche telefono amico - centro antiviolenza. maltrattamenti, sequestro di persona etc. anche se hai assorbito / incassato bene finora, il pericolo è quello che potrebbero fare in futuro.

non credo che sia finita qui. alla tua famiglia rode troppo il qulo e qualcosa stanno studiando. se è vero che l'unione fa la forza è altrettanto vero che da sola sei debole.

tienici aggiornati e in bocca al lupo.

PS: visti dall'esterno i tuoi sono una banda di matti. fossi in te dormirei con un occhio solo.

 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 15:02 del 16-08-2016
Fa troppo film horror per essere vero

Ma mettiamo che lo sia. Tua madre evidentemente soffre di delirio paranoide, o schizofrenia, ma se si comporta così solo con te è MOLTO strano, e anche la cosa del resto della famiglia (e perfino l'ex!) è allucinante, sembrano tutti complici di un sequestro... O forse non sarà che la paranoide sei tu????

Avatar di AnonimoAnonimo alle 16:03 del 16-08-2016

quando la realtá supera di gran lunga la fantasia.... sono d´accordo con Old Joe: io andrei subito in questura a denuciare la situazione alla polizia.

Avatar di Lob84Lob84 alle 16:16 del 16-08-2016

Inquietante

Avatar di AnonimoAnonimo alle 17:44 del 16-08-2016
mia madre ha avuto un fratello schizofreniuco

che è venuto a mancare 5 anni fa. la schizofrenia è una patologia ereditaria? comunque lei è paranoica con tutto il mondo, infatti io capendo questo nel mio piccolo provavo a farla ragionare (esempio: mio nipote di 2 anni fu portato in ospedale per accertamenti in quanto il fegato risultava quasi bianco. fortunatamente fu un problema alimentare una cosa del genere. insomma mia madre ebbe il coraggio di dire che era tutto inventato, che mio fratello non aveva portato il figluo in ospedale perche lei aveva telefonato e mio fratello parlava al telefono a bassa voce e non si sentivano rumori di sottofondo. le ho spiegato che è normale tenere un tono basso in un reparto di pediatria o comunque in ospedale in genere, e che è normale che non si sentisse il caos in ospedale. nulla, per lei era tutto inventato per non venire a pranzo di domenica).

anche io temo lei abbia un problema paranoide ma se è così come faccio? ha inventato addirittura che esiste un signore molto più grande di me che mi ha plagiata e tipo sequestrata. mia madre inviava messaggi a me come se io fossi questo personaggio fantastico rivolgendosi con "brutto bast@rdo". inoltre mio padre e mio fratello la seguono a ruota nel suo delirio come se fossero una setta familiare. ma io non posso pagare per quello che non esiste! mia madre si fa film mentali e mi fa pagare queste colpe come se quello che immagina fosse vero! 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 20:25 del 16-08-2016
Tu per prima

Certi episodi,certe pressioni non trovano giustificazione alcuna. Capisco che faticherai a denunciare il tutto all'autorità pubblica, pensi che in fin dei conti sono pur sempre parenti. Ma in questo momento quel che conta sei tu. Tu devi rispondere a te stessa, fa quel che devi fare, fa quel che ti senti di fare. Cammina a testa alta, non lasciarti coinvolgere né convincere...

Avatar di sis16sis16 alle 07:33 del 17-08-2016
x Autrice

intervengo per la seconda volta

2 parole sulla psicologia del tuo gruppo familiare

secondo me è: controllo assoluto sulla figlia che deve fare solo quello che vogliono loro. e lo deve fare, non può di no. nel fidanzato avevano trovato un alleato (sarebbe interessante se ci parlassi di lui). ora che vi siete lasciati è un disastro e una vergogna. addirittura sembra che sia stata tu a lasciarlo. è inconcepibile. sei un'assassina delinquente e devi essere rinchiusa, sei la pecora nera della famiglia. che è una famiglia onorata. il tuo crimine è orrendo, e poi non sei nemmeno pentita. ti devi vergognare e basta. anzi non basta. non basterà mai.

sono così? o ci assomigliano parecchio?

 

Avatar di OldJoeOldJoe alle 13:23 del 18-08-2016
errata corrige

non può dire di no

Avatar di OldJoeOldJoe alle 13:24 del 18-08-2016
hai descritto perfettamente quello che pensano

addirittura mia madre mi disse "e adesso chi ti piglia più?"

il mio ex viene da una famiglia molto maschilista, là è il padre che comanda. è un signore per bene, che pensa solo al lavoro (muratore) e la famiglia. e anche la moglie deve condurre questo tipo di vita. lei non può nemmeno indossare canotte ma solo t-shirt altrimenti si vedono le spalle. comunque il mio ex non accettava il comportamento del padre nel trattare la madre ma inconsciamente con me negli anni ha fatto lo stesso. non riuscì a inserirsi nel mio gruppo di amici quando avevo 14 anni e rimanemmo solo lui ed io. gelosia massima su come mi vestivo, iniziai a farmi scegliere i vestiti da lui. gli anni seguenti nemmeno i vestiti scelti da lui andavano bene. iniziai a vestirmi con i vestiti che mio padre mi prendeva al mercato (usati). nemmeno i vestiti scelti da mio padre andavano bene. iniziai allora a vestire con quelli di mia madre: erano sconci secondo lui. iniziò anche lui a non vestirsi con certi tessuti o colori (trasparenti a suo dire) ed ero io la pazza se gli suggeriva magari di comprare una camicia bianca di lino che è estate è fresca, perchè per lui faceva vedere la nudità. comunque, dopo il diploma lui ha provato ingegneria per poi cambiare ad economia (perchè su google aveva trovato che era meno difficile) poi abbandonò, fece il muratore col padre e poi io l'ho spronato a cercare qualcosa nella città dove studio io. ha conseguito un master menre faceva il muratore e nonostante mille difficoltà ore a lavoro ore in treno si è diplomato con il massimo e ora lavora a roma in una banca molto importante. da quando l'ho lasciato (proprio quando fu assunto) è cambiato incredibilmente: ora se si guarda indietro non si capacita di come potesse ragionare in quel modo arcaico, di quanto era stupido. infatti ora io e lui ci sentiamo e vediamo in modo platonico e il nostro rapporto finalmente è sano, a differenza di come era quando eravamo fidanzati. ovviamente teniamo nascosto il fatto che ci siamo sempre continuati a sentire perchè altrimenti mia madre chissà a cosa ci avrebbe costretti (ha il numero del mio ex e della mia ex suocera). 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 18:44 del 19-08-2016

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti