Mar

22

Ago

2017

Quando l'ansia non ti fa vivere come vorresti e ti estranea da tutto

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Ho 21 anni e l'ansia mi sta uccidendo. Mi sento come se non stessi vivendo, nel senso che sto sprecando tutto della mia vita. Tutti non fanno che ripetermi che la mia è una bellissima età, dove devo pensare a divertirmi e a fare esperienze, io tutto questo non riesco a “viverlo” per colpa delle mie paranoie e della mia insicurezza. Non riesco stare a contatto con le persone, non riesco a mangiare nei luoghi pubblici, non riesco a guidare senza andare in panico, non riesco a socializzare (soprattutto con i ragazzi) e quando parlo con persone più grandi di me inizio a balbettare, non riesco ad uscire di casa se non ho almeno controllato (minimo tre volte) di aver chiuso la porta di casa e spesso mi capita di dover rientrare in casa per controllare di aver staccato tutti gli apparecchi elettronici che potrebbero provocare danni. Mi sento pazza. A volte mi capita di fare degli sbagli, magari di dire una parola che io considero di troppo o magari di aver fatto qualche brutta figura e non faccio altro che pensarci per una settimana intera, magari anche quando sto studiando per un esame, e questo mi nuoce gravemente perché non riesco a concentrarmi e mi tocca leggere più di una volta lo stesso capitolo, perché le prime letture le ho fatte con disattenzione per colpa dei miei pensieri negativi che offuscano la mia mente. Ultimamente ho trovato un lavoro part-time come cassiera. Un disastro. Essendo molto paranoica ho capito che non fa per me, più che altro il fatto di gestire i soldi di una cassa mi fa stare male, mi sento molto insicura. Arrivo a casa che non riesco né a mangiare e né a chiudere occhio. Per quanto riguarda le amiche, ne ho avute poche, tutte amiche conosciute tra i banchi di scuola, con loro mi sento pochissimo, più che altro perché io ci credevo molto nella loro amicizia, ma appena ognuno di noi ha preso strade diverse non si sono più fatte sentire e ci sono rimasta molto male, tanto da chiudermi un po' di più in me stessa. Ogni tanto qualcuna di loro mi chiede di uscire, ma provo un po' di rancore nei loro confronti e per questo declino sempre i loro inviti, perché noto che mi cercano solo per uscire o perché non sanno con chi passare la loro serata. Delle amiche alla fine me ne sono fatta una ragione. All'università ho conosciuto un po' di persone, anche se ora tento a non fidarmi molto e a non dare molta confidenza. Sono diventata molto amica di una ragazzo ed come se fosse un mio confidente. A parte ciò, ho sempre il problema di vivermi la mia vita. Soprattutto con i ragazzi, da quando vado all'università sono molti i ragazzi che hanno iniziato a provarci con me, sinceramente non so se per disperazione o perché gli piaccio davvero, ma nonostante questo io tento a scappare quando provano a parlarmi e a tagliare subito il discorso. Infatti sono già stata etichettata da molti, in modo ironico, come “quella strana”. È da sei/sette anni che non ho un ragazzo e non so, forse la mia situazione in famiglia (ovvero i miei genitori che litigano sempre) o forse perché non sono la classica ragazza che esce, va in discoteca, va al mare o ha delle amiche, mi portano a vergognarmi molto di me stessa e a non affezionarmi a nessun ragazzo. C'è un ragazzo che ha catturato la mia attenzione, è molto silenzioso e sta molto nelle sue, ma non ci proverei mai (anche se continuo a pensarci dalla prima volta che l'ho visto) perché non mi sento alla sua altezza. Ho accettato di uscire con un ragazzo, ma continuo lo stesso a pensare al ragazzo “silenzioso” e mi sento uno schifo. Mi sento di fare un torto ad entrambi, assurdo. Se avete dei consigli da darmi li accetto molto volentieri. Preciso che suppongo che io sia così per colpa del “mio passato”, sono stata bullizzata, ho avuti un po' di problemi di salute da piccola, non ho mai avuto un buon rapporto con mio padre e anche con tutti i miei parenti, sono sempre stata vista come quella troppo silenziosa, timida e che non parla molto. Ringrazio le persone che perderanno un po' di tempo nel leggere questa pappardella e mi scuso per il mio italiano sgrammaticato.

2 commenti

Ciao, cara!

Italiano sgrammaticato il tuo? Deduco tu non abbia letto molti sfoghi qui...  

Magari soffri di disturbo ossessivo compulsivo della personalità o di disturbo ossessivo compulsivo o qualcos'altro. Potresti andare da uno psicoterapeuta che ti aiuti a trovare il tuo equilibrio e la tua autostima.  

perché non mi sento alla sua altezza. 

Sbagli. Magari lui ha le sue insicurezze e le sue paranoie, solo che tu non lo sai e allora lo idealizzi. Se ti piace lui, che senso ha uscire con altri? Certo, però, non sai se a lui tu puoi interessare. Potresti vedere se gli piaci, se ti guarda ad es. Potresti, al limite, chiedergli un'informazione o fare una considerazione ma non ti consiglierei di provarci, onestamente.

o forse perché non sono la classica ragazza che esce, va in discoteca, va al mare o ha delle amiche, mi portano a vergognarmi molto di me stessa e a non affezionarmi a nessun ragazzo.  

Non importa essere come le altre. Tu sei tu. Fregatene del giudizio altrui. Il problema è che, però, probabilmente tu vorresti uscire e fare quelle cose ma hai delle difficoltà.  

Per scaricare l'ansia serve molto lo sport. Lo pratichi? Se no, inizia! L'essenziale è che tu faccia qualcosa che ti piaccia. Perchè non inizi a praticare yoga? Credo aiuti per la concentrazione e l'ansia. E mindfulness? Puoi farla anche da sola, a casa. Ci sono dei video su yt o dei libri che spiegano come fare. Esercitati a non pensare. Concentrati sul presente, sul paesaggio, su quello che stai facendo, sui tuoi passi mentre cammini per le strade del paese...

La danza non ti piace? 

L'attività fisica aiuta, se non erro, oltre che per l'ansia, anche per l'autostima. Anche attività come danza o yoga. 

Coraggio, fanciulla!

Roxanne 

Avatar di AnonimoAnonimo alle 14:25 del 24-08-2017

Io ho avuto attacchi di panico per 9 mesi e ne sono uscita da sola, posso darti qualche consiglio che con me ha funzionato: 

1) Tieniti impegnata e sforzati di uscire di casa; se la tua università non ha l'obbligo di frequenza vacci comunque tutti i giorni e trova dei luoghi tranquilli (tipo i bagni, un'aula vuota, un angolo del giardino) dove rifugiarti quando le cose diventano insostenibili. In aula siediti nei posti laterali, così se devi uscire non disturbi gli altri. Se te la senti dì al tuo compagno di uni che soffri d'ansia e che ogni tanto hai i tuoi momenti, se è un buon amico ti sarà di supporto.

2) Per ricominciare a mangiare tranquilla fuori scegli ristoranti poco affollati, fatti accompagnare da qualcuno che ti infonde tranquillità e mangia quello che ti senti: hai pagato per quello che ti portano, se lo avanzi sono fatti tuoi; gradualmente ti riabituerai a mangiare socialmente.

(Ps. In questo mi rivedo molto in te, mi è capitata la stessa cosa: ogni volta al ristorante mi si chiudeva lo stomaco, odiavo mangiare e sentirmi "pesante", il non poter alzarmi quando volevo e la gente che mi faceva notare che avevo mangiato poco. Ora riesco a mangiare ovunque, anche se i posti rumorosi mi danno comunque sui nervi.)

3) Considera di lasciare il lavoro: è bello avere due soldi da parte, ma non se devi stressarti così. Prima viene la salute, poi il denaro. 

4) Trova qualcosa che ti rilassi: stare con gli animali, correre, la musica, ecc e dedicati ad esso tutti i giorni per una ragionevole quantità di tempo.

5) Non isolarti del tutto dalle persone: allontana quelle con cui non sei a tuo agio, ma se qualcuno che ti è simpatico ti propone un'uscita vicino casa, in un posto che conosci bene vacci e cerca di divertirti; la gente non lo sa che stai male e se non glielo dici non lo saprà mai, penseranno per l'appunto che sei "strana", che è il tuo carattere. Quindi non giocare a fare l'incompresa e confidati con chi ritieni degno di fiducia. In sintesi continua a coltivare delle relazioni interpersonali. 

Questo è tutto, io ne sono uscita così senza farmaci nè psicologi, un giorno starai bene anche te. 

Avatar di KintsugiKintsugi alle 17:45 del 24-08-2017

Inserisci nuovo commento



Attenzione: i commenti sono moderati per i non iscritti.

Statistiche:

Voto medio

0 VOTI

Iscriviti per poter votare questo sfogo.
 

Iscriviti!

Iscriviti
Iscriviti e potrai aggiungere commenti senza attendere approvazioni, votare gli sfoghi e gestire i tuoi post ed il tuo profilo senza limitazioni.
Clicca qui per aggiungerti