Tag: collega

Lun

01

Set

2014

Incertezzaaaaaaaaaa

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Lui è un mio collega, mi piace da sempre... Dopo due anni sono riuscita a prenderci confidenza e a dichiararmi, abbiamo avuto due incontri fugaci durante i quali gli ho praticato dei rapporti orali.. Pur essendo molto carino con me, non mi ha mai cercata al di fuori del lavoro. Mi dice che sono una bella ragazza, ma non c'è alchimia... Eppure io la sento, ogni volta che ci guardiamo, quando mi sfiora o mi accarezza! È possibile che il mio sesto senso abbia smesso di funzionare??? Uff, lui esce con una ragazza da parecchi mesi e dice di farci solo del sesso e da poco ha inziato a frequentarne un'altra, solo per soddisfare le sue voglie.. Quando gli chiedo perchè con me no, lui mi risponde che dovrei essere contenta del fatto che non voglia usarmi per fare sesso... Mah... Ultimamente mi ha anche detto che quando incontra una che gli piace gli prende l'ansia e scappa... È reduce da una convivenza finita male.. Io tra l'altro ho una figlia e forse gli crea dei problemi!!! Boh, mi piace tanto... 

Mar

29

Lug

2014

Ho tradito mia moglie con la stagista slovena...

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Premetto che ho 43 anni, sono sposato da 8 anni e abbiamo una bellissima bambina di 6 anni... Non avevo MAI tradito prima mia moglie, né avevo alcuna intenzione di farlo né che potesse succedere fino a qualche giorno fa.

Tutto è cominciato a Gennaio di quest'anno, sono un manager di una azienda cosmetica e stavamo cercando una stagista per il Dipartimento che dirigo, da inserire come assistente e supporto generale, supervisionata da me. Da Risorse Umane mi presentano due ragazze a cui fare il colloquio, e scelgo infine LEI: 27 anni, laureata in lingue, apparentemente molto sveglia. E sopratutto MOLTO carina, di origini slovene, alta, magra, occhi azzurri profondi, capelli lisci lunghi castani. Nel settore in cui lavoro capita spesso di avere a che fare con bellissime ragazze, per cui non ci vedevo nulla di strano nell'assumere una gran bella ragazza, e anche se di origini dell'Europa dell'Est, pensavo fossero i soliti pregiudizi cretini.

La ragazza si dimostra abbastanza sveglia, molto rispettuosa nei miei confronti e pronta ad eseguire senza polemiche tutti i lavori che le assegnavo. Si veste sempre in maniera molto femminile e leggermente provocante, cosa che all'inizio ignoravo completamente non dandoci troppo peso ed evitando di starla troppo a guardare per non fare la figura del capo sfigato morto di figa. Il problema arriva con l'inizio della primavera e dei primi caldi, noto che i vestiti si iniziano sempre a fare più scollati e trasparenti, e le sue "provocazioni" sempre più frequenti. Per provocazioni mi riferisco ad episodi in cui riuscivo sempre a mantenere la calma e fingere indifferenza, ma dentro di me ero sempre più eccitato, e lei a sua volta mostrava di fare tutto inconsapevolmente, e devo ancora capire quanto lo facesse di proposito e quanto no. Per esempio più volte in riunione con altra gente, lei seduta vicino a me, gonna corta e senza calze, tavolo di VETRO TRASPARENTE,  stava spesso a  gambe leggrmente aperte, dove la maggior parte delle volte soltanto io potevo vederle le mutandine con la coda dell'occhio. Oppure in ufficio è venuta una votla con leggings attillati, tacchi a spillo e sarà andata 10 volte in un giorno a parlare con una collega di fronte a me, mettendosi piegata a mostrarmi per un sacco di tempo il sedere piegato verso di me in leggings... Un giorno invece viene con una maglietta stretta, senza reggiseno, con i capezzolini duri bene in vista e mentre aveva occasione di parlami si faceva vicino a me molto più vicino del solito, fino a strusciarsi un po'... Non so come spiegarmi, come se quando notava che da parte mia c'era interesse, notava che fossi in conflitto e godeva nel farmi impazzire! Più resistevo e più si faceva provocante tutte le volte... non so come spiegarmi! Se all'inizio non ci avevo dato gran peso, dopo un po' ha iniziato  a diventare un'ossessione, pensare a come si sarebbe vestita il giorno dopo, cosa avrebbe fatto per provocarmi etc...

Io inizio piano piano a perdere la testa, quasi infastidito di come alla mia età ci si possa infatuare di una 27 enne "profumaia" che gode nel provocarmi. Mia moglie ovviamente non sapeva e non sa nulla... però a volte i sensi di colpa iniziavano a farsi sentire, ma insieme ai sensi di colpa anche il desiderio di quella ragazza giovane, bella, provocante, sicuramente molto più attraente di mia moglie, e l'idea che me la sarei potuta scopare a volte mi dava alla testa! 

Aggiungi che ad Agosto sarebbe finito il suo contratto, e soltanto io avrei potuto decidere se rinnovarla altri 6 mesi a Settembre oppure no... 

 la provocazione FINALE è successa 10 giorni fa: si presenta a lavoro con un vestitino bianco, chiaramente senza reggiseno e e a questo punto mi chedo se avesse avuto le mutande. Il suo contratto finiva fra 15 giorni e sapeva che la mattina incontravo Risorse Umane per discutere sul suo futuro. Tornato in ufficio faccio finta di niente, e proseguiamo a lavorare. C'è un problema con un fornitore, e le dico "Vieni qui che lo chiamiamo insieme in viva voce...", si avvicina alla mia scrivania, si mette contro lo spigolo della scrivania come a spingersi lo spigolo contro la patatina, e già là gli ormoni mi ribollono, ma in maniera serena la dico "prenditi una sedia che stai più comoda", mi risponde "no grazie, sto seduta tutto il giorno, preferisco stare in piedi". Metto il telefono sulla scrivania in viva voce, ed iniziamo la telefonata, lei si accovaccia accanto a me vicino alla scrivania. Questa immagine è irresistitbile, mi diventa DURO e anche nella telefonata dimostro un po' di imbarazzo, mi rivolto con la sedia verso di lei accovacciata. guidato come dal mio "lui". Mentre il cliente parlava, lei per dirmi una cosa senza farsi sentire dal cliente, mi si avvicina tutta per commentare una cosa a bassa voce all'orecchio , appogiandosi alle mie ginocchia e avvicinandosi tantissimo...L'immagine di questa ragazzina, vestita da mignotta, quasi sotto alla scrivania, accovacciata davanti a me in mezzo alle mie cosce a poca distanza dal mio cazzo, ... non me la sono più tolta, son rimasto eccitato tutto il giorno!!! Da quel momento come se qualcosa fosse cambiato, come se avessi perso il controllo! Non capivo più nulla, lavoravo poco e pensavo soltanto ossessivamente a come sarebbe stato se in quella posizione avesse iniziato a succhiarmi!

Il giorno dopo organizzo un viaggio in visita a un fornitore, io e lei, siamo partiti giovedì scorso, nel viaggio chiacchieriamo di lavoro e del più e del meno, stavolta però è vestita "normale" elegante e non mi provoca affatto durante il viaggio... Dopo la visita con il cliente, pranziamo tutti insieme e poi salutiamo il cliente. Tutto nella norma, con mio iniziale disappunto per aver organizzato un viaggio per stare molto io e lei, e vedere che però stavolta non mi dava spago...

Infine, con la scusa di aver bevuto troppo vino a pranzo, e dover fare due ore di macchina per tornare in ufficio, le dico "ti dispiace se ci fermiamo una mezz'ora qui lungo la strada che devo riposare un attimo?". Lei risponde tranquilla "ti avrei chiesto la stessa cosa! ho proprio sonno, abbiamo bevuto troppo forse..." Trovo un parcheggio non squallido e un po' appartato... tiro giù il sedile e mi sdraio. Lei fa lo stesso, ci giriamo l'uno verso l'altro, le accarezzo e capelli e inizio a baciarla... Ero eccitatissimo, le stringo quei capezzolini che avevo desiderato tanto e lei mi inizia subito a toccare lì, me lo tira fuori e a quel punto le prendo la testa e senza troppi complimenti glielo metto tutto in bocca. Inizia a pompare come una professionista, mugolando ed ansimando, infilandoselo tutto in gola, io non mi aspettavo tutta questa foga da parte di lei, MORIVO dal piacere... erano anni e anni che non godevo così tanto. Entrambi in preda a quel pompino, non si è mai staccata, ed insisteva sempre più veloce. Finché non ce la faccio più ed esplodo, le blocco la testa e le faccio sentire ogni fiotto di sperma schizzare contro la sua gola. Ingoia tutto quanto senza che io dicessi nulla, mi guarda negli ogni e mi dice "E' da tanto tempo che avevo voglia di assaggiarti, sei così doce e buono con me... spero che non mi lascerai senza lavoro tra una settimana..."

Questa frase mi gela un po', non pensavo mi dicesse subito dopo che ci teneva a mantenere il lavoro, lo sapevo in fondo, ma collego spudoratamente che probabilmente tutto è avvenuto per farsi rinnovare il suo contratto.

Io ora sono nel panico, non so proprio come comportarmi! Da una parte penso alla mia famiglia e mi sento una merda, provo a convincermi che solo un pompino non possa essere considerato tradimento ma mi rendo conto che è una balla! Vorrei non rinnovarle il contratto e non vederla mai più, e fare con calma i conti con la mia coscienza. D'altra parte ho il terrore che lei mi possa ricattare o raccontare quello che è successo. E poi ne devo dire un'altra... in ufficio dopo quell'episodio è come se non fosse cambiato nulla... tutto come sempre, però vederla lì, bella e provocante come sempre, e ricordarmi di come pompava bene, dei fiotti di sborra contro la sua gola.. mi fa IMPAZZIRE! Purtroppo un pompino così mia moglie non me l'ha MAI fatto...

Sono davvero in difficoltà, non so come comportarmi! Qualsiasi consiglio, suggerimento o critica è benvenuto!!!

Grazie a tutti per l'attenzione. 

Ven

13

Giu

2014

Collega paraculo

Sfogo di Avatar di MinionMinion | Categoria: Ira

Dopo la collega "figa secca" sento le necessità di parlare del mio responsabile. Uomo, se così si può definire, viscido come una anguilla, con quella faccia da
putto che sembra uscito da una scultura di Michelangelo, che si vanta di avere una convivente solo perchè la sera trova un pasto caldo e le camicie stirate.
Ma che merda di essere sei ? Non ti rendi conto che sei li solo perchè sei il piu grande leccaculo che la storia ricordi ?. Passi tutto il giorno a giocare a
Candy Crush e ti piace essere venerato come un tronista della De Filippi. Capisco che non ti garbo tanto, ma non puoi farci nulla perchè i numeri li faccio
ogni anno, caro il mio parassita del cazzo.
Non vedi che ogni volta che entri in ufficio tutti smettono di parlare perchè sanno che sei un paraculo ?
Sai che ti dico, o meglio cosa ti direbbe il buon Galeazzi ?
Ma vaaaaaaafanculo va !

Lun

09

Giu

2014

Lavati collega, LAVATI!!!!

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Mi stai sul cazzo, puzzi, hai un alito indescrivibile, i denti beige coi rimasugli di cibo, sul tuo tavolo ci sono sputi, peli e caccole ovunque. Certe persone non dovrebbero avere la possibilità di avere un lavoro in un ufficio con più persone, dovrebbero esistere leggi per disciplinare e punire certi atteggiamenti. Lavati le mani dopo aver pisciato stronzo, piantala di toccare le mie penne con le tue unghie nere! Lavati la faccia la mattina che è coperta di grasso e sudiciume vario! E smettila di coprire le scorregge con i cigolii della sedia, tira fuori le palle, ammetti di essere un merdone e chiedi scusa per tutto il tanfo che mi fai respirare tutto il giorno da quando lavoriamo insieme! E smettila di fumare quel cazzo di sigaro ogni mezz'ora per poi ruminare cicche a bocca aperta tutto il giorno in faccia a tutti! Il mix sigaro-cicca-denti sporchi (con conseguente alito demoniaco) è qualcosa di assolutamente disgustoso.

Come se non bastasse, professionalmente parlando sei inadeguato a qualunque contesto, non sai fare un cazzo e prendi una busta paga che sfamerebbe mezza Africa! TOGLITI DAI COGLIONI STRONZO!

Lun

09

Giu

2014

Quel fenomeno del mio collega

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Caro Collega, non so come tu sia nella vita privata e non mi permetto di giudicarti ma qui in ufficio sei una persona (e definirti tale è un complimento che forse non ti meriti nemmeno) ASSOLUTAMENTE INSOPPORTABILE.

Sudi in maniera esagerata e mi sta bene perchè il sudore è spesso incontrollabile, anche se un deodorante in stick nel cassetto potresti metterlo, ma quello che mi logora ogni giorno di più è il tuo alito pestilenziale. Una discarica ambulante. L'apoteosi del miasma. Prima di lavorare qui mi era capitato di sentire di gente che aveva problemi con gli odori dei colleghi e pensavo fossero bazzecole e non gli davo peso. Invece dopo averlo provato vi dico che è una cosa allucinante.

Fammi la cortesia, inizia a lavarti i denti e smetti di fumare e ruminare cicche a bocca aperta continuamente tutto il giorno perchè mi fai schifo. Lavati le mani quando esci dal bagno e smettila di venire a toccare le mie penne quando non trovi le tue. E fammi la cortesia, prenditi cinque minuti e pulisci la tua cazzo di postazione di lavoro: se ci cago sopra e torno un anno dopo sono sicuro che la mia cacca è ancora nello stesso punto, sotto due dita di caccole, sputi e peli tuoi. E risparmio ulteriori particolari agghiaccianti da conato a chi legge, lozzoso di merda. Mi sono rotto il cazzo di trovare caccole ovunque, comprati un pacco di fazzoletti SACCO DI MERDA!

Qualunque decisione si debba prendere tu non intervieni se non ti tolgono le parole di bocca con le tenaglie e ti dichiari sempre d'accordo con la scelta presa dagli altri, poi il giorno dopo fai l'esatto contrario o quel cazzo che ti passa per la testa DI NASCOSTO perchè non sei un uomo, sei un INDOLENTE, un VIGLIACCO e un BUGIARDO DI MERDA. Finisce sempre che gli altri se ne accorgono e ti gridano contro di tutto e tu te ne stai li immobile, a fissarli in silenzio, impassibile, con lo sguardo di chi non riesci a capire se fa finta o se davvero non capisce un cazzo finchè non se ne vanno, perchè vedi che la direzione se ne sbatte i coglioni ed ormai sai bene che anche se la colpa è tutta tua e della tua incompetenza quegli urli non diventeranno mai nulla di più. Il fondo l'hai già toccato da un pezzo. Sono anche convinto che mentre ti urlano addosso tu in realtà pensi a tutt'altro, perchè riesci ad assumere espressioni talmente amorfe da far capire a chi ti urla che non serve neanche a niente.

 

La cosa più bella è che ogni anno nei momenti di lavoro più intenso prendi tutta l'azienda per il culo portando certificati medici fasulli e facendoti beccare in giro per il paese quando dovresti essere steso a letto a casa. VERGOGNATI PARASSITA, perchè noi qua la verità la sappiamo tutti. Sei un FALLITO e non meriti di ricoprire il posto di lavoro che hai: te lo chiedo di cuore, vinci al superenalotto, va in prepensionamento, rompiti una gamba, vai sotto una macchina, scegli tu, ma TOGLITI DAI COGLIONI.

Ven

23

Mag

2014

Ho bisogno di aiuto per la mia vendetta.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Altro

Non c'è nessun vaso che trabocca: qui si tratta solo di un maremoto che ha colpito un fiore.

Ad una orribile sottospecie di festa aziendale me ne sto in disparte a chiacchierare di politica con un collega. Mi dirigo verso il tavolo buffet e nella folla e subisco una tastata. Riesco solo a girare un pò la testa, giusto il tempo per vedere il colpevole. Non riesco a descrivere lo schifo e il disgusto che ho provato. E' stato come se un bodybuilder mi avesse tirato il più potente destro nello stomaco e non riuscivo a muovermi, respirare,pensare. Momenti dopo ho cercato di bere un sorso d'acqua e un quarto d'ora dopo in bagno avevo i conati di vomito.

Voi direte sporgi denuncia e tutto ma non voglio farlo per tanti motivi, ma il più grosso è che quel b. deve stare male FISICAMENTE! Niente avvocati, niente tribunali, niente giustizia, niente querela, niente rigata sull'auto. Neanche tutto questo assieme mi toglierebbe un grammo del disgusto che mi porto dietro.

Alla fine della festa il capo mi indica di sfuggita chi sarà a venire da noi per i prossimi due mesi e si tratta di quel b. Ragazzi, il guttalax non basta, non è nulla! Come faccio a vendicarmi? Aiutatemi :(

Devo trovare il modo. Mi servono tanti, tanti esempi di crudeli e spietate vendette. Se avessi il virus di qualche malattia non potrei neanche utilizzarlo perché contagerebbe anche i colleghi innocenti. Mi serve qualcosa di 10 volte peggio delle pasticche vomitose di Harry Potter. Aiuto! 

Ven

09

Mag

2014

arieccomi, innamorata del collega R.

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Chissà se vi ricordate di me.

Sono quella innamorata di R., il collega timido che non faceva sesso da 6 anni. Ripeto, "faceva". Perché non solo stiamo finalmente insieme da due settimane, ma scopiamo da dio.

Il brav uomo è fuori allenamento ma è meticoloso, paziente e arrapato come pochi. Mai visto un uomo che si dia così da fare con una donna. Ha ridefinito il concetto di orgasmo.

Non so che santo devo ringraziare...

;) 

 Ps: per I moderatori: nella view da apparecchi mobili non è possibile selezionare altra categoria che "altro", mettete per favore lo sfogo in lussuria? Grazie :)

Tags: collega, sesso

Mar

18

Mar

2014

Arieccomi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Sono io, quella innamorata del collega R., che pora bestia non fa sesso da 6 anni.

 Oggi, pausa pranzo insieme....e parla che si riparla di vari temi...insomma, ragazzo mio, quando ti sei alzato, l'ho visto che i jeans lí erano....ben tesi. :)

 

Io un giorno ti piglio dove ti trovo. Ti stalko e ti sorprendo al bagno in ufficio, ti rovescio per terra in cucina quando vai a farti un caffé, ti acchiappo davanti al monitor e ti trascino sotto il tavolo.

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!!!!!!!!!! Ti voglio !!!!!!

Tags: collega, sesso

Mar

11

Feb

2014

i miei colleghi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Ira

Tra tutti ne salvo 3, degli altri ho questa opinione:

1. Il superbo, quello che ha eternamente ragione lui, che non saluta mai se non lo saluti tu

2. La acida, sulla cinquantina, ogni cosa che dice è uno sfogo rabbioso. Non è la menopausa , è soltanto una gran stronza

3. Il classico marpione, 40 anni di uomo e discorsi da far impallidire un sedicenne. Ogni donna è una possibile preda, a ogni donna le stesse battute idiote.

4. Il saggio. Dispensa consigli e rimproveri a destra e sinistra. Ma chi cazzo ti chiede qualcosa??

5. Il silenzioso. Non dice una parola, ècompletamente insulso, ma quatto quatto ascolta e al momento giusto ne ha per tutti di cose da ri-dire!!!! Allora forse non è muto

6. Le tre oche che sorridono a tutti e come si trovano a bere il caffè, sputano veleno su tutti... Uno specchio a casa no??

 mi state tutti sul cazzo.

Tags: collega

Dom

12

Gen

2014

Caro R., capiscimi

Sfogo di Avatar di Anonimo | Categoria: Lussuria

Ora. Lasciamo fare il fatto che all'inizio abbian fatto seriamente fatica a starci lontani, pur riuscendoci. Lasciamo fare che hai mille problemi e mille cose per la testa, e io, per caritá, ti capisco. Lasciamo stare che sei anche un pó inesperto  solitario. Peró, fammelo dire:

 

1) io TI AMO cavolo.

2) io TI VOGLIO cavolo, nel mio letto, sulla lavatrice, sul tavolo, per terra, a casa tua, a casa mia, potendo anche in ufficio! Voglio trombarti come si deve, piano, veloce, voglio piantarti le unghie nella schiena, morderti il collo e il mento (si, il mento cavolo, che quella barbetta da due giorni di non rasatura mi fa sesso fino all'impossibile), se me lo dai prima o poi io ti rovino cosí che dopo devi guardare la patente per ricordarti come ti chiami!

 

Oddio e sono anche in piena ovulazione che se ti avessi qui domani ci toccherebbe andare in ufficio senza aver dormito nemmeno 10 minuti.

ODDIO TROMBAMI FINALMENTE!!!!